Marzo 2, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La fine del supporto di Microsoft per Windows 10 potrebbe mandare in discarica 240 milioni di PC – Rapporto – 21 dicembre 2023 alle 19:27

La fine del supporto di Microsoft per Windows 10 potrebbe mandare in discarica 240 milioni di PC – Rapporto – 21 dicembre 2023 alle 19:27

Secondo una ricerca di Canalys, la fine del supporto di Microsoft Project per Windows 10 potrebbe comportare lo smaltimento di circa 240 milioni di PC, il che potrebbe comportare un aumento dei rifiuti.

Il peso dei rifiuti elettronici derivanti da questi computer può raggiungere i 480 milioni di chilogrammi, che equivalgono a 320.000 automobili.

Anche se molti PC potrebbero rimanere operativi per anni dopo la fine del supporto del sistema operativo, Canalys ha avvertito che la domanda di dispositivi senza aggiornamenti di sicurezza potrebbe essere bassa.

Microsoft ha annunciato un piano per fornire aggiornamenti di sicurezza per i dispositivi Windows 10 fino a ottobre 2028 per un prezzo annuale non reso noto.

Canalys ha affermato che se la struttura dei prezzi per l’espansione del supporto di Windows 10 riflette le tendenze del passato, il passaggio a PC più nuovi potrebbe essere più redditizio, aumentando il numero di PC più vecchi che verranno smaltiti.

Microsoft punta a terminare il supporto per Windows 10 entro ottobre 2025. La prossima generazione del sistema operativo, che dovrebbe portare la tecnologia avanzata di intelligenza artificiale sui PC, probabilmente rilancerà il ristagnante mercato dei PC.

Microsoft non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sull’impatto ambientale dell’eliminazione dei dispositivi compatibili con Windows 11.

I dischi rigidi utilizzati nei personal computer e nei server di archiviazione dati vengono riciclati per raccogliere materiali da utilizzare nei motori dei veicoli elettrici e persino per produrre energia rinnovabile.

“La conversione dei computer finiti in magneti che alimentano tecnologie sostenibili come le auto elettriche e le turbine eoliche aiuterà a soddisfare la crescente domanda globale di elettricità”, ha affermato Peter Afiouni, direttore commerciale di Noveon Magnets.

READ  La seconda generazione a soli 122 euro!

Afiouni ha aggiunto che i dischi rigidi vengono spesso scartati prima di raggiungere la fine della loro vita utile, con conseguente spreco eccessivo di materiali magnetici delle terre rare.

La società di riciclaggio delle batterie Redwood Materials ha affermato che le batterie possono essere riciclate quasi all’infinito per recuperare metalli come litio, cobalto, nichel e rame. (Segnalazione di Akash Sriram a Bangalore; montaggio di Krishna Chandra Illuri)