Giugno 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il piano di pace presentato da Biden elogia l’intransigenza di Netanyahu, gli attentati di Rafah e l’incontro di domenica al Cairo. La notizia del conflitto in Medio Oriente del 1° giugno – Liberazione

Il piano di pace presentato da Biden elogia l’intransigenza di Netanyahu, gli attentati di Rafah e l’incontro di domenica al Cairo. La notizia del conflitto in Medio Oriente del 1° giugno – Liberazione
La guerra tra Hamas e Israelefile

La maggior parte delle informazioni sulla guerra tra Hamas e Israele del 1 giugno.

Una proposta israeliana di tregua per Gaza presentata da Biden

Questo è un accordo dettagliato “Quattro pagine e mezza” Ciò potrebbe porre fine al conflitto a Gaza. Joe Biden venerdì ha presentato un piano in tre fasi della durata di circa quaranta giorni ciascuna, proposto da Israele, che comprende un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza. Il presidente americano ritiene che la road map presentata giovedì ad Hamas attraverso il Qatar sia un’occasione da non perdere. “Dare la precedenza”. Cosa è incluso nella proposta israeliana?

Hamas considera la road map “positiva”

“Hamas vede positivamente il contenuto del discorso di oggi del presidente americano Joe Biden riguardo al cessate il fuoco permanente, al ritiro delle forze israeliane da Gaza, alla ricostruzione e allo scambio di prigionieri”.Lo ha indicato in un comunicato il Movimento islamico palestinese.

Benjamin Netanyahu ribadisce il desiderio di “distruggere” Hamas

Tuttavia, il primo ministro israeliano lo ha dichiarato sabato “condizioni” Per raggiungere a “Cessate il fuoco permanente” A Gaza il piano israeliano non è cambiato e lo ha incluso “Devastazione” Anche Hamas “Liberate tutti gli ostaggi.” Citato dall’ufficio del primo ministro israeliano “Distruggere le capacità militari e governative di Hamas, rilasciare tutti gli ostaggi e confermare che Gaza non rappresenterà più una minaccia per Israele”. “Secondo la proposta, Israele continuerà a insistere affinché queste condizioni siano soddisfatte prima che si possa raggiungere un cessate il fuoco permanente”.Segue questo testo in inglese. “L’idea che Israele accetti un cessate il fuoco permanente prima che queste condizioni siano soddisfatte è destinata al fallimento”.Abbiamo aggiunto dalla stessa fonte.

READ  I giornalisti incontrano 2.000 migranti bloccati in Bielorussia: ecco i loro background e condizioni di vita

La comunità internazionale accoglie con favore il progetto che “offre un raggio di speranza”

In un messaggio pubblicato sabato 10 a mezzogiorno, il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato di sostenere diverse misure contenute nel progetto di accordo, tra cui “Liberate gli ostaggi” et al “Cessate il fuoco permanente”.

Questa tregua proposta ha scatenato una serie di reazioni internazionali, con il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres che ha invitato Israele e Hamas a cessare il fuoco. “prendere il Chane” Per raggiungere a “Pace perpetua in Medio Oriente”. Venerdì la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha accolto con favore la road map israeliana “Equilibrato e realistico”Pensare che fosse uno spettacolo “Vera opportunità” Per porre fine alla guerra. “Ora ha bisogno del sostegno di tutti i partiti”.Lo scrive sui social il presidente della commissione. La proposta israeliana “Offre un barlume di speranza e forse una via d’uscita dal conflitto”.Il 10 ha ricevuto anche il ministro degli Esteri tedesco, Annalena Baerbock.

Arrivano in Messico i resti del cittadino franco-messicano rapito a Gaza

Il corpo di Orion Hernandez Radox, morto durante un attacco di Hamas il 7 ottobre e ritrovato dall’esercito israeliano la settimana scorsa a Gaza, insieme ai corpi di altri due uomini, è arrivato venerdì a Città del Messico. “I resti di Orion sono stati ricevuti all’aeroporto […] Dai dipendenti del Ministero degli Affari Esteri, che hanno sempre prestato assistenza ai defunti”.precisa un comunicato stampa diffuso dal Ministero degli Affari Esteri messicano.

READ  La guerra in Ucraina: gli Stati Uniti testano le capacità dei piloti ucraini sugli F-16

Orion Hernandez Radox è nato nello stato di Morelos, nel Messico centrale, ma aveva la doppia cittadinanza e sua madre era francese. Aveva 32 anni e partecipava al festival di musica elettronica Nova, a pochi chilometri da Gaza, insieme alla fidanzata Shani Luke, la cui morte è stata confermata dalle autorità israeliane a fine ottobre.

Continuano i bombardamenti a Rafah

Oggi, sabato, aerei e artiglieria dell’aeronautica israeliana hanno bombardato intensamente la città di Rafah, poche ore dopo l’annuncio del presidente americano Joe Biden. Le forze israeliane, avanzate questa settimana verso il centro di Rafah, hanno continuato il loro attacco contro questa città situata nel sud della Striscia di Gaza e adiacente all’Egitto, nonostante le proteste della comunità internazionale, preoccupata per i civili.

Le operazioni sono particolarmente concentrate nella zona ovest della città, nella zona di Tal al-Sultan, dove i residenti hanno segnalato attacchi aerei, incendi di carri armati e movimenti di veicoli militari. “Per tutta la notte, i bombardamenti aerei e di artiglieria non si sono fermati per un solo istante a ovest di Rafah”.Lo ha detto un residente all’AFP. Ha aggiunto: “Uomini armati israeliani erano di stanza su edifici che si affacciano su Tel al-Sultan”.

Testimoni oculari hanno riferito anche di intensi bombardamenti di artiglieria nella parte orientale e centrale di Rafah, dove l’esercito ha lanciato il suo attacco il 7 maggio con l’obiettivo di distruggere le ultime brigate di Hamas. L’esercito ha detto che lo stava implementando “Operazioni mirate” A Rafah, che divenne il centro della guerra. I suoi soldati sono lì “Sono state trovate molte armi e aperture di tunnel sotterranei.”

Domenica prossima al Cairo un incontro tra Egitto, Israele e Stati Uniti sulla questione del valico di Rafah

Cairo News Channel ha riferito sabato che funzionari di Egitto, Israele e Stati Uniti terranno un incontro domenica al Cairo presso il valico di Rafah tra il territorio egiziano e la Striscia di Gaza, che è stato chiuso per quasi un mese.

READ  Scandalo in Spagna: il primo ministro Pedro Sanchez dice che sta valutando la possibilità di dimettersi

Quando l’esercito israeliano ha lanciato le sue operazioni di terra il 7 maggio nella città di Rafah, situata nel sud della Striscia di Gaza e al confine con l’Egitto, ha preso il controllo del valico che porta il suo nome sul lato palestinese. Questo valico costituisce un punto di ingresso cruciale per gli aiuti umanitari nei territori palestinesi devastati dalla guerra tra Israele e il movimento palestinese di Hamas. Da allora, Egitto e Israele si sono scambiati accuse di ostacolo agli aiuti, poiché le autorità egiziane si sono rifiutate di gestire il corridoio in coordinamento con la parte israeliana, preferendo lavorare con le autorità internazionali o palestinesi.

Secondo un “alto funzionario”, riportato da Cairo News Channel, vicino all’intelligence egiziana, l’incontro tra Israele e i mediatori egiziani e americani “Domani (domenica) è previsto al Cairo per studiare la riapertura del valico di Rafah”.. Lo chiede il Cairo “Ritiro completo israeliano” Si ricorda della traversata di Rafah.

aggiornare 18:00 e 21:00: con novità.