Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Covid-19: questi i reparti dove il tasso di contagi supera i 200

“Questa quinta ondata è partita velocemente”. Domenica, Gabriel Atal ha parlato di Europa 1 della forza con cui si sta diffondendo l’epidemia COVID-19 tornato in Francia, zincato in inverno Diminuito rispetto per i gesti di barriera. Se al momento non vengono prese nuove misure, a differenza dei nostri vicini europei, il tasso di infezione sta esplodendo in molte regioni.

Infatti, 24 dipartimenti francesi hanno registrato più di 200 casi COVID-19 per 100.000 abitanti, in media, dal 12 al 18 novembre. Questo numero mostra una forte diffusione del virus. In diverse occasioni dall’inizio della pandemia, il superamento di questa soglia ha portato a ulteriori restrizioni.

Frequenza per dipartimento in Francia dal 12 al 18 novembre 2021.

In Ardèche, Haute-Corse, Landes, Bouches-du-Rhône e Haut-Rhin, l’incidenza è rispettivamente di 358, 326, 267, 264 e 263. In queste cinque province, il tasso di infezione supera i 250. Questi sono gli unici casi ora , Ma la situazione sta rapidamente peggiorando.

Nelle Landes il tasso di contagio è aumentato del 153% in una settimana, segno che oltre ad avere molti casi di Covid-19, stanno aumentando molto velocemente. Questo nonostante l’altissima copertura vaccinale della popolazione eleggibile (95% con almeno due dosi).

La variazione del tasso di infezione non dipende solo dalla copertura vaccinale. Segue tendenze molto locali ed è soggetta a molteplici fattori come la densità della popolazione, l’uso del telelavoro o il numero di assembramenti… Se il tasso di infezione aumenta in tutte le province – ad eccezione di Guadalupa, Mayotte e Guyana – il riemergere di l’epidemia è diversa da regione a regione.

aumento molto veloce

Aube, Foggs, Murth-Moselle, Oren e Hérault sono i dipartimenti in cui l’epidemia riprende più velocemente. Mostra un aumento dell’incidenza del 189%, 184%, 170%, 168% e 161%. Al momento, il tasso di infezione è relativamente limitato, inferiore a 200, ad eccezione di Herault (205 casi).

READ  Le operazioni scientifiche di Hubble sono state temporaneamente sospese
L'evoluzione del tasso di incidenza per dipartimento in Francia dal 12-18 novembre 2021.
L’evoluzione del tasso di incidenza per dipartimento in Francia dal 12-18 novembre 2021.

Dall’8 al 14 novembre, in Maine-et-Loire, Sarthe, Aveyron, Loser e Vendee, l’incidenza ha superato 150 persone con più di 60 anni, generalmente più probabilità di avere forme gravi rispetto al resto della popolazione, e più probabilità di perdere l’immunità acquisita dal vaccino nel tempo.

Incidenza tra i più a rischio, 8-14 novembre
Incidenza tra i più a rischio, 8-14 novembre

Effetto incerto sulla mortalità

Domenica, Gabriel Attal ha cercato di essere rassicurante: “In Francia, abbiamo una copertura vaccinale molto ampia (e) siamo avanti rispetto ai nostri vicini nell’aumentare le vaccinazioni”. Per ora, gli ospedali non sono ancora sopraffatti da questa infezione multipla.

Ma fino a quando? “Grazie ai vaccini, la circolazione del Covid-19, attualmente allo stesso livello di una settimana prima del picco della quarta ondata, non include tanti casi gravi come prima”, spiega Antoine Flaholt, epidemiologo dell’Università. di Ginevra.

In altre parole, il tasso di infezione oggi non è così dannoso come all’inizio dell’epidemia. Ma in Europa, alcuni paesi sono stati vaccinati poiché abbiamo adottato misure. “Prima si prendono le misure, meglio funzioneranno”, avverte Antoine Flaholt.