Dicembre 3, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Vaccinazione sanitaria obbligatoria: ‘Sembriamo un po’ pazzi’

Il Patient Protection Board si è detto “deluso” dal rollback del governo della vaccinazione obbligatoria degli operatori sanitari.

• Leggi anche: Il Quebec si arrende ai non vaccinati

• Leggi anche: Il declino della vaccinazione obbligatoria in Quebec: sollievo e delusione nella rete sanitaria

“Abbiamo sostenuto il governo nella sua decisione di rendere obbligatoria la vaccinazione per il personale infermieristico, e lì ci è stato detto che stavamo facendo marcia indietro”, ha affermato Paul Brunet, presidente del Consiglio per la protezione dei diritti umani.

Crede anche che un ospedale dovrebbe essere dove ci “sentiamo al sicuro” e, purtroppo, il governo ha scelto di mettere a rischio i pazienti.

Per lui il governo ha scelto “il minor rischio” a scapito della sicurezza dei pazienti.

“Il personale infermieristico presta giuramento di lavorare con tutta la sicurezza disponibile per prendersi cura dei propri pazienti. Come possono queste persone non vaccinate agire in questo modo e continuare a rispettare il giuramento d’ufficio”, ha chiesto Brunet.

La Canadian Medical Association ha espresso il suo disappunto per il rollback della vaccinazione

La Canadian Medical Association (CMA) si è detta delusa dal fatto che il Quebec e l’Ontario mercoledì abbiano abbandonato l’idea di imporre le vaccinazioni agli operatori sanitari.

In un comunicato stampa, la CMA ha notato che sta conducendo una campagna affinché i governi impongano la vaccinazione agli operatori sanitari, “che hanno il dovere essenziale di garantire la salute dei pazienti e del pubblico”, ha fatto appello al presidente dell’organizzazione, la dott.ssa Catherine Smart.

La Dre Smart a indiqueé qu’elle comprenait les raisons de l’Ontario et du Québec, qui ont toutes deux asserté ne pas pouvoir aller de l’avant avec la sospensione de milliers de travailleurs de la santé non vaccinés, déléiféau fino all’ultimo respiro .

READ  Da dove vengono le impressioni di dejà vu?

“Quando i governi non sono in grado di adottare tutte le misure sanitarie necessarie per proteggere la loro popolazione in caso di pandemia perché non possono nominare il personale di conseguenza, è un segno di un fallimento permanente del sistema”, ha affermato. Ma ha espresso rammarico al presidente dell’AMC.

Secondo lei è importante trovare soluzioni rapide per risolvere il problema dei lavoratori non vaccinati nella rete sanitaria, soprattutto perché la quinta ondata del virus con l’inizio dell’inverno e le festività natalizie non è impossibile.

Guarda anche: