Luglio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Uno tsunami spazza la regione del Nord e del Pas-de-Calais e al primo turno vengono eletti 12 rappresentanti del National Rally Party.

Uno tsunami spazza la regione del Nord e del Pas-de-Calais e al primo turno vengono eletti 12 rappresentanti del National Rally Party.

Sono 12 quelli eletti al primo turno. Più che un’onda, si è trattato di uno tsunami che ha travolto la regione. Il Rally Nazionale guida tutti i distretti del Pas-de-Calais. Storico.

Minuto dopo minuto i risultati arrivano. La tendenza è confermata. L’onda si trasforma in uno tsunami. Al primo turno vengono eletti un rappresentante, poi due, poi tre e poi 12 rappresentanti dell’Assemblea nazionale. A livello nazionale, il partito di Marine Le Pen potrebbe ottenere tra i 240 ei 270 seggi parlamentari.

La sorpresa arriva dalla forza dell’onda. In questa regione, palestra del Fronte Nazionale e poi del Raggruppamento Nazionale, il partito di Marine Le Pen afferma la sua forza.

Nel Passo di CalaisBruno Clavette (3H (Distretto – Lens) sconfigge Jean-Marc Tellier, deputato uscente del Partito Comunista Francese. Nel 2022 è passato di poco. Questa volta ha vinto il Fronte Nazionale.

Sono rieletti: il 6H (Desfre-L’ombres), Christine Ingrande è stata rieletta (Brigitte Bourguignon ha perso nuovamente), così come Thierry Frappé (10° circoscrizione – Brouille), Bruno Bild (12° circoscrizione – Levin) ed Emmanuel Blair (1° circoscrizione – Bapaume).

Non sorprende che Marine Le Pen sia stata rieletta per l’undicesimo mandatoH (distretto elettorale di Hennene-Beaumont). Nello specifico, nella sede del Raduno Nazionale, a partire dalle otto di sera, più di 700 sostenitori del partito hanno cantato l’inno nazionale francese. Dopo la sua rielezione, ha pronunciato rapidamente queste parole: “Il Partito del Raduno Nazionale è in testa e ha spazzato via il blocco macronista“Prima di continuare a parlare del secondo turno”È stato decisivo nel garantire la maggioranza assoluta soprattutto a Jordan Bardella“.

READ  Un 20enne accoltella un uomo di 33 anni davanti ai suoi figli mentre salta le lezioni

E continua ad attaccarla.Nube 2“Il che, a suo avviso, imporrà Jean-Luc Mélenchon come primo ministro, poi inviterà i suoi elettori – e altri”,Aderire all’Alleanza per la Libertà, la Sicurezza e l’Unità.

Il gentile responsabile del Raduno Nazionale, Giordano Bardella, ha aspettato che parlasse il suo sostituto prima di parlare lui stesso davanti alla telecamera per parlare di “Il voto è il determinante di tutti e 5 i votie Repubblica“Anche il Parlamento europeo continua a brandire la minaccia rappresentata da Jean-Luc Mélenchon e dalla LFI”.Mettere la nostra nazione in pericolo esistenzialePrima di chiedere la sua ascesa al potere a maggioranza assoluta:Intendo essere il Primo Ministro di tutto il popolo francese, attento all’unità della nazione, alla vita quotidiana, al potere d’acquisto, all’ordine e alla sicurezza.

L’onda ha travolto Fabien Roussel, presidente del Partito comunista e deputato di Saint-Amand-les-Eaux (20H circoscrizione elettorale). Lui stesso ha dichiarato la vittoria del suo rivale Guillaume Florquin. Si disseBattuto ma non sconfitto“Prima di dire che vuoi”Combattiamo sempre per risolvere ciò che fa arrabbiare i nostri cittadiniUna sconfitta improvvisa nella roccaforte storica del comunismo.

Tutto il sud della provincia ha ormai dei deputati all’Assemblea nazionale: Alexandre Dufoucet è eletto nel distretto di Guy-Bricot (18H Cambrai) che non si è presentato. Sébastien Chinot (19) rielettoe – Deneen), proprio come Matteo Marchio (16H (Distretto di Marchin) Nel 3° distretto, Sandra Delanoy ha sorpreso destituendo il deputato uscente Benjamin Sain Hoeli (a sinistra di DIvers).

READ  Gli ucraini lasciano il paese per evitare di prestare servizio nell'esercito e due trafficanti moldavi vengono arrestati Guerra in Ucraina

Remy Lefebvre, professore di scienze politiche, spiega la linea che seguirà il Raduno Nazionale nei prossimi giorni. Tra i primi risultati, i leader del partito hanno menzionato più volte il nome di Jean-Luc Mélenchon. “Possiamo vedere chiaramente la strategia di demonizzare la sinistra dietro Jean-Luc Mélenchon. Per trovare elettori di destra bisogna attingere alla demonizzazione della sinistra“.

Riguardo alla rimozione dei titoli, spiega: “Negli ambienti elettorali popolari il predominio dell’estrema destra è diventato indiscutibile“.

Negli ambienti elettorali popolari non ci sono dubbi sul predominio dell’estrema destra.

Remy Lefebvre, politologo

Da ogni parte crescono gli appelli alla formazione di un fronte repubblicano. “Siamo chiariafferma Majolene Sibai, ecologista del gruppo France 3 Nord-Pas-de-Calais.Nemmeno un voto dovrebbe andare all’estrema destra“, continua Louison Bastien del Rinascimento, in linea con quanto espresso da Gabriel Attal, di Matignon. “LLa lezione di questa sera è che l’estrema destra è sull’orlo del potere” Poi, “Il nostro obiettivo è chiaro: evitare che il Raggruppamento Nazionale ottenga la maggioranza assoluta al secondo turno“Come Gabriel Attal ha menzionato il progetto”disastroso“Prima di chiamare”Il ritiro dei nostri candidati, il cui mantenimento del terzo posto avrebbe portato all’elezione di un rappresentante del Partito del Raggruppamento Nazionale rispetto a un altro candidato che, come noi, difende i valori della repubblica”.

Spontaneamente, quando sono stati annunciati i risultati, è scoppiata una manifestazione in Piazza della Repubblica. Il corteo ha poi percorso le strade del centro storico di Lille.