Dicembre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’inventore italiano Tromis è morto

Luca Zoya, governatore della regione Veneto, ha annunciato sabato la scomparsa di Ado Gambiol, soprannominato in Italia “Padre di Tromis”.

Lucio Juan, governatore della regione Veneto, ha annunciato sabato che Ado Campiol, soprannominato “il padre di Tromis” in Italia, è morto sabato a causa di questo famoso dolce a base di cacao, caffè e mascarpone. Ado Cambiol, proprietario del ristorante “Alle Becheri” a Treviso, vicino a Venezia, nel nord-est dell’Italia, iniziò a servire i suoi famosi dolci ai suoi clienti negli anni ’70.

“Ado Gambiol, ora 93, perde un’altra stella nella storia gastronomica di Traviso (…) È di casa, nato uno degli istinti più famosi e la fantasia della moglie. Ha risposto sul suo account Facebook il governatore del Veneto.

Il quotidiano Il Corriere della Sera riporta che Tromizu, un classico della cucina italiana attualmente presente nei menù di tutti i ristoranti italiani, è nato da un errore commesso dalla moglie Alpha e dal suo chef Roberto Linguanoto. La ricetta del Tromisu, il cui nome significa “tirami su” (“tirami su di morale”), ha molte varianti. Di solito si prepara immergendo uova, zucchero, mascarpone, pan di spagna, savoiardi o biscotti al cucchiaio nel caffè freddo e nel cacao. Il principio della ricetta è molto semplice, consistente nell’esagerazione di diversi ingredienti, i cui sapori si completano a vicenda. Ci sono molte varianti in base alla temperatura (versione surgelata) o agli ingredienti: Tromisu con frutta fresca o secca (uva, lamponi, mango, ecc.) o altri tipi di biscotti (burro piccolo, speculazioni). Tromisu può essere offerto in molte forme diverse: verande, pezzi, cupola, log o anche Charlotte.

Nessun allevamento è vietato