Luglio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cos’è l’epidemia di vaiolo che ha già causato 186 morti nel 2024?

“Una morte è troppa, soprattutto per una malattia che è prevenibile e gestibile”, ha detto il ministro della Sanità Joe Vahalla in una conferenza stampa, esortando le persone con sintomi a tornare a casa e rintracciare i loro ultimi contatti.

Questa malattia è stata a lungo chiamata vaiolo delle scimmie e si trasmette principalmente attraverso il contatto sessuale. È caratterizzata da un’eruzione cutanea sui genitali o in bocca e può essere accompagnata da attacchi di febbre, mal di gola o dolorabilità nei linfonodi.

Alla fine di marzo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che in precedenza aveva messo in guardia sui rischi della diffusione internazionale dell’epidemia, ha espresso preoccupazione per “l’accelerazione” della diffusione del virus nella Repubblica Democratica del Congo.

La malattia è stata segnalata per la prima volta nell’uomo nella Repubblica Democratica del Congo nel 1970 e da allora la sua diffusione è stata limitata principalmente ad alcuni paesi dell’Africa centrale e occidentale.

Ma nel maggio 2022 i tassi di infezione sono aumentati, soprattutto tra gli uomini gay.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nei primi quattro mesi del 2024 sono stati segnalati più di 97.000 casi e 186 decessi in 117 paesi.

Secondo il ministro Joe Vahala, che ha spiegato di voler disporre di una scorta di cure antivirali “nel caso in cui la situazione porti a un’epidemia più ampia”, le persone recentemente contagiate in Sud Africa sono uomini di circa 30 anni. Sono stati portati in ospedale con sintomi gravi.

READ  La Sfinge "sorridente a due teste" è stata scoperta in Egitto