Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ancora problemi con il telescopio spaziale Hubble – ICT News

Hubble è di nuovo in preda alla discontinuità. Tutti gli strumenti a bordo del vecchio telescopio spaziale sono al sicuro da lunedì, e la ricerca scientifica è stata quindi sospesa. È la seconda volta che si verifica una situazione del genere quest’anno. Il dipartimento dell’aviazione a terra sta esaminando l’accaduto.

Hubble aveva già incontrato difficoltà a metà giugno. A quel tempo, era la fonte di alimentazione di un computer a bordo del satellite che rifiutava qualsiasi servizio. Ci è voluto un mese prima che la NASA capisse cosa stava causando il problema e Hubble potesse passare all’alimentazione di backup.

Hubble è stato lanciato nell’aprile del 1990 e quindi orbita intorno alla Terra da più di 31 anni, ad un’altitudine di oltre 500 km. Il dispositivo ha rilevato in modo specifico galassie lontane, il che ha permesso agli scienziati di ottenere un’immagine migliore della nascita dell’universo. Nel frattempo Hubble ha anche catturato alcune immagini ben note di nebulose lontane. La sua ultima intervista risale al 2009.

Combustione atmosferica

Non si sa quanto dureranno gli strumenti a bordo. Se la NASA abbandona il telescopio spaziale al suo destino, potrebbe lentamente allontanarsi dall’orbita terrestre nei prossimi 10 anni e alla fine bruciare nell’atmosfera.

Il lancio del successore di Hubble è previsto per dicembre. Questo è il James Webb Space Telescope, prodotto congiuntamente da Stati Uniti, Europa e Canada. James Webb potrà esplorare sempre più intensamente di Hubble.

Hubble aveva già incontrato difficoltà a metà giugno. A quel tempo, era la fonte di alimentazione di un computer a bordo del satellite che rifiutava qualsiasi servizio. Ci è voluto un mese prima che la NASA capisse cosa stava causando il problema e Hubble potesse passare all’alimentazione di backup. Hubble è stato lanciato nell’aprile del 1990 e quindi orbita intorno alla Terra da più di 31 anni, ad un’altitudine di oltre 500 km. Il dispositivo ha rilevato in modo specifico galassie lontane, il che ha permesso agli scienziati di ottenere un’immagine migliore della nascita dell’universo. Nel frattempo Hubble ha anche catturato alcune immagini ben note di nebulose lontane. È stato revisionato l’ultima volta nel 2009 e non si sa quanto dureranno gli strumenti di bordo. Se la NASA abbandona il telescopio spaziale al suo destino, potrebbe lentamente allontanarsi dall’orbita terrestre nei prossimi 10 anni e alla fine bruciare nell’atmosfera: dicembre è la data di lancio prevista per il successore di Hubble. Questo è il James Webb Space Telescope, prodotto congiuntamente da Stati Uniti, Europa e Canada. James Webb potrà esplorare sempre più intensamente di Hubble.

READ  Microsoft avvia il metaverso