Luglio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Visita di Putin in Corea del Nord: i capi di Stato firmano un accordo di mutua assistenza in caso di “aggressione”

“Il Trattato di partenariato globale firmato oggi prevede, tra le altre cose, l’assistenza reciproca in caso di aggressione contro qualsiasi parte del trattato”, ha detto Putin da Pyongyang.

Secondo lui, l’accordo firmato in precedenza con il leader nordcoreano Kim Jong Un è “un documento veramente rivoluzionario”.

Il signor Kim gli ha assicurato che il trattato era puramente “difensivo”.

Insieme a Vladimir Putin, che ha definito “il migliore amico del popolo coreano”, ha sottolineato che “questo forte trattato non è altro che un documento veramente costruttivo, lungimirante, esclusivamente pacifico e difensivo”.

Mentre la Corea del Nord mantiene relazioni aggressive con i suoi vicini Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti, Putin ha affermato che “Pyongyang ha il diritto di adottare misure per garantire la sua sicurezza e difendere la sua sovranità”.

Ha aggiunto: “La Russia è pronta a continuare i suoi sforzi diplomatici per eliminare la minaccia di un conflitto armato nella penisola coreana”.

Egli ha inoltre sottolineato che la Russia “non esclude una cooperazione tecnico-militare” con la Corea del Nord alla luce delle sanzioni internazionali imposte ai due Paesi.

L’Occidente già accusa Mosca e Pyongyang di cooperare in questa regione strategica. Secondo loro, la Corea del Nord fornisce munizioni alla Russia per l’attacco all’Ucraina e in cambio riceve assistenza, soprattutto nel settore spaziale.

Vladimir Putin ha anche affermato di voler rivedere le sanzioni delle Nazioni Unite contro Pyongyang per il suo programma di armi nucleari e balistiche, misure per le quali ha votato anche la Russia.

“Il regime di restrizioni indefinite adottato dal Consiglio di sicurezza dell’ONU nei confronti della Repubblica popolare democratica di Corea e ispirato dagli Stati Uniti e dai loro alleati deve essere riconsiderato”, ha dichiarato alla stampa il presidente russo.

READ  La guerra tra Israele e Gaza: il valico di frontiera di Rafah viene nuovamente chiuso dopo il passaggio del primo convoglio di 20 camion

Da quando Putin ha lanciato le sue forze per attaccare l’Ucraina nel febbraio 2022, Russia e Corea del Nord hanno portato avanti un riavvicinamento accelerato basato, secondo loro, sulla necessità di opporsi all’egemonia internazionale degli Stati Uniti, paese presentato come un nemico esistenziale .

Infine, il presidente russo ha invitato Kim Jong Un a visitare Mosca. Il leader nordcoreano ha recentemente visitato due volte l’Estremo Oriente russo, nell’aprile 2019 e nel settembre 2023.

I due leader hanno assistito insieme ad un concerto mercoledì a Pyongyang.