Luglio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un nuovo quadro globale per la gestione delle sostanze chimiche

Un nuovo quadro globale per la gestione delle sostanze chimiche

Una nuova tabella di marcia per la gestione globale delle sostanze chimiche è stata adottata a seguito di una conferenza internazionale. Ciò ha riunito governi e aziende che sabato 30 settembre erano stati sollecitati dalle Nazioni Unite ad andarsene “Va ancora oltre quanto concordato.”. Questo è 5H Questa settimana si è tenuta a Bonn, in Germania, la Conferenza internazionale sulla gestione delle sostanze chimiche (ICCM5), organizzata sotto gli auspici dell’organizzazione internazionale. E ha portato a qualcosa di nuovo “Quadro globale sulle sostanze chimiche”.

“Basato su 28 obiettivi, il quadro definisce una tabella di marcia per i paesi e le parti interessate per affrontare in modo collaborativo il ciclo di vita delle sostanze chimiche, compresa la produzione e i rifiuti”., accoglie con favore il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) in un comunicato stampa. Questa cornice “Gli appelli recentemente adottati mirano a prevenire il commercio illecito e il commercio illecito di prodotti chimici e rifiuti, ad attuare quadri giuridici nazionali e ad eliminare gradualmente i pesticidi altamente pericolosi in agricoltura entro il 2035”maggiori dettagli Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente.

Conseguenze sulla salute: Il materiale è riservato ai nostri abbonati “Gli inquinanti sono per sempre”: quali sono gli effetti dei PFAS sulla salute?

Richiede inoltre uno spostamento verso alternative chimiche più sicure e sostenibili, una gestione responsabile delle sostanze chimiche in molti settori (industria, agricoltura, sanità, ecc.) e una migliore trasparenza e accesso ai dati su questi prodotti e sui rischi associati.

Parigi accoglie con favore il nuovo quadro

“Chiedo ai governi, all’industria chimica e a tutti gli interessati di andare oltre quanto è stato concordato per proteggere le persone e il pianeta”.ha esortato Inger Andersen, direttore esecutivo del Programma ambientale delle Nazioni Unite. “Un’attuazione ritardata o parziale si ritorcerà contro di noi sotto forma di ulteriori morti, ulteriori attacchi alla natura e perdite economiche”.Ha avvertito, citando il comunicato stampa.

READ  Contratto locale per migliorare la salute della popolazione
Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati COP15: A Montreal, impegni storici sulla biodiversità

Da parte sua, sabato la Francia ha accolto favorevolmente questo nuovo quadro “Che promuoverà il progresso verso un pianeta libero dai danni causati dalle sostanze chimiche e dai rifiuti per un futuro sicuro, sano e sostenibile”.. Ha aggiunto: “Questo accordo di Bonn viene completato insieme all’accordo di Parigi [sur le climat] e l’accordo Kunming-Montreal [sur la biodiversité]E gli impegni assunti dalla comunità internazionale per porre fine alla triplice crisi globale del cambiamento climatico, della perdita di biodiversità e dell’inquinamento.Lo ha confermato in un comunicato stampa il ministro della Transizione ambientale, Christophe Pichou.

Leggi anche: Clima: “Il mondo non è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi”, valutazione preliminare delle Nazioni Unite

Il mondo con l’Agence France-Presse