Luglio 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Salute: presto tutto sarà miopia?

Salute: presto tutto sarà miopia?

Se questo disturbo della vista colpisce circa il 30% della popolazione, potrebbe raggiungere il 50% entro il 2050! Facciamo un inventario per vedere più chiaramente.

Il termine “miopia” è entrato quasi a far parte del linguaggio quotidiano per definire un problema di vista. Tuttavia, questo disturbo è caratterizzato da sintomi molto specifici. In relazione al soggetto, le immagini appaiono sfocate da lontano e nitide da vicino. Devi ingrandire per leggere la tua rivista? Tua nipote disegna un naso incollato sul foglio? Può trattarsi di miopia, soprattutto se il mal di testa si manifesta dopo uno sforzo visivo o a fine giornata.

Correggiamo

Nella stragrande maggioranza dei casi, questo disturbo della vista è associato al bulbo oculare troppo lungo fin dalla nascita, che impedisce la formazione di immagini sulla retina. Essendo congenita, questa caratteristica anatomica è spesso osservata nei bambini a scuola. Una visita dall’oculista conferma la diagnosi e consente il trattamento con lenti correttive per arrestarne la progressione. Indossare regolarmente lenti sclerali durante la notte facilita inoltre il rimodellamento della cornea durante il sonno e il ripristino della visione da vicino il giorno successivo. Poi parliamo di plantari.

Avvertiamo

Se la genetica gioca un ruolo importante, anche le nostre abitudini di vita influenzano la nostra vista. Così, l’uso intenso e frequente degli schermi (smartphone, tablet, computer, TV) provoca un’esplosione dei casi di miopia, soprattutto tra i giovani. Un’altra spiegazione: mancanza di luce naturale. La luce solare agisce sullo sviluppo degli occhi, stimolando la secrezione di dopamina.

Meno luce naturale significa meno dopamina e gli occhi continuano ad allungarsi, esacerbando i sintomi. Questo fenomeno è stato evidenziato in Cina durante il primo periodo di isolamento. I bambini che non hanno un balcone o un giardino soffrono di mancanza di luce e si sviluppa la miopia.

READ  "Era meglio prima": no, e c'è uno studio che lo dimostra

3 consigli da seguire

  1. Prendi in considerazione di fare delle pause ogni 20 minuti mentre leggi o lavori su uno schermo per rilassare gli occhi.
  2. Raggiungere un equilibrio tra il tempo trascorso nella visione da vicino e il tempo trascorso nella visione da lontano.
  3. Sono preferibili gli sport e le attività all’aria aperta, poiché rappresentano l’occasione ideale per utilizzare la visione a distanza.