Giugno 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pubblicato oltre 30 anni fa, questo annuncio è uno dei migliori e senza dubbio uno dei preferiti anche tra i fan di Nintendo

Pubblicato oltre 30 anni fa, questo annuncio è uno dei migliori e senza dubbio uno dei preferiti anche tra i fan di Nintendo

Novità sul gioco Pubblicato oltre 30 anni fa, questo annuncio è uno dei migliori e senza dubbio uno dei preferiti anche tra i fan di Nintendo

condivisione :


Nel mondo dei videogiochi, tendiamo a augurare i compleanni dei videogiochi più delle loro pubblicità. Tuttavia, questo annuncio per il gioco base Zelda fu rilasciato il 6 giugno 1993. Qualcosa da ricordare sono i collegamenti con l’era Nintendo, ma anche la loro strategia riguardo al nome dei loro videogiochi Zelda.

Nintendo e i suoi spot pubblicitari negli anni ’90

Durante gli anni ’90 e 2000, Nintendo si è distinta per la qualità delle sue console e dei suoi giochi. L’azienda di Kyoto proietta un’aura di superiorità nella sua categoria, ma questa immagine contrasta con quella mostrata in alcune sue pubblicità. Tra i giochi più cult, difficile non citare quello di Smash Bros. 64 è dove vediamo Pikachu che palpeggia Mario per la prima volta. Allo stesso modo, gli spettatori cresciuti negli anni ’90 ricorderanno la pubblicità dei Pokemon con una certa nostalgia.

Naturalmente, anche i videogiochi Zelda hanno la loro pubblicità. Alcuni sono stati più influenti di altri, come la versione di Robin Williams di Ocarina of Time su 3DS. Per tornare a questo periodo gioioso in Nintendo, possiamo tornare al 1993 per scoprire il primo trailer giapponese di Link’s Awakening.

Assisti a una generazione diversa oltre ai trailer simili che Nintendo ha ora pubblicato per Switch. Vediamo il cast del gioco, quasi tutti burattini, presentare il titolo con una sorta di atmosfera allegra che smentisce il suo tono generale.

Nomi dei giochi Zelda

Inoltre, questo annuncio si riferisce alla politica di Nintendo riguardo al nome dei giochi Zelda. Spesso apportano modifiche quando esportano i loro titoli in Occidente, per ragioni che sembrano ovvie: una traduzione letterale di un nome giapponese raramente ne trasmette il significato. Inoltre, a volte devi avere a che fare con costumi e culture straniere. All’inizio degli anni ’90, gli Stati Uniti censurarono molti prodotti che parlavano in qualche modo di religione. Castlevania 4 ne ha pagato il prezzo, e probabilmente lo sarà anche Holy Diver…Forse è per questo che Zelda 3, conosciuto in Giappone con la traduzione letterale Triforza degli Dei, è stato cambiato in A Link to the Past.

Link’s Awakening si intitola Dreaming Island in Giappone. Sebbene non sia ufficialmente noto il motivo per cui è stato scelto questo nome, ci sono due ragioni. Il primo è che Dreaming Island è simile a Kirby’s Dream Land. Questo è il nome del primo gioco Kirby (1992). Ciò può causare confusione. In secondo luogo, forse per evitare di rivelare la svolta degli eventi suggerita dal titolo. Un “colpo di scena” che possiamo già intravedere nelle pubblicità giapponesi qui sotto con l’uso molto giudizioso dei pupazzi…