Luglio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Per i belgi, una pessima soluzione francese

Per i belgi, una pessima soluzione francese
Vincent Wauthus, sindaco liberale di Verton, Belgio, 21 giugno 2024.

A Mixed-Devant-Verton, 2.800 abitanti, nella provincia belga del Lussemburgo, il sindaco Pascal François si gratta la testa. Che ne sarà del suo gemellaggio con Guerini a Nevers, dove il 9 giugno il Raggruppamento Nazionale ha ottenuto il 42,17% dei voti? “Qui, l’estrema destra, conosciamo il suo valore e non lo vogliamo. Questo spiega il socialista che ha gestito questo villaggio per trent’anni. Recentemente ho stilato un elenco di un pedofilo condannato. » L’ex ferroviere andrà ancora in Francia se domani sarà al potere il Fronte Nazionale? “Non ne so molto. Non possiamo punire tutti.”

A Mixes e Verton e in tutti i comuni di questa estremità del Belgio, lungo due frontiere invisibili, con il Granducato di Lussemburgo e quello con la Francia, non c’è sindaco né consiglio comunale, ma il consigliere comunale e i consigli comunali che stanno davanti spesso volano la bandiera blu, bianca e rossa. In molte case si guardano più i canali francesi che quelli belgi e si seguono da vicino le vicissitudini della vita politica francese. “È molto più emozionante che tornare a casa.” Credete a Marlene Pierre, insegnante di storia e francese a Verton, e sua figlia Zoe, studentessa di diritto a Louvain-la-Neuve.

Emozionante, ma preoccupante per le conseguenze future della scelta di Emmanuel Macron di sciogliere l’Assemblea nazionale. Ha chiesto: “Moralmente, un capo di Stato può farlo?” “, Chiede il professore. Anche il vicesindaco di Tintenay, a 10 chilometri da Mix, ha sorpreso il liberale Benoît Bedbeuf: E aggiunge: “Certo, il presidente francese ha bisogno della maggioranza, ma qui il gioco è molto pericoloso e potrebbe fare particolarmente comodo a Vladimir Putin”. »

In questo angolo verde, diciamo che non crediamo alla minaccia di vedere un altro paese fondatore dell’UE rivolgersi all’estrema destra. “Molti dei miei connazionali mi chiedono: ‘Macron, cosa c’è che non va in lui?’ spiega Vincent Wauthus, sindaco liberale di Fairton. Conosce la Francia meglio di me, ma ha scelto bene il momento per mettere gli elettori davanti alle loro responsabilità? » Tuttavia, è Eric Ciotti, presidente dei repubblicani, a chiedere un’alleanza con il Fronte Nazionale, al quale questo eletto di destra riserva le sue frecce: Ha tradito de Gaulle e il suo paese, come Pétain. »

Escludere l’estrema destra dalla maggioranza

La sera del 9 giugno, mentre anche i belgi votavano per eleggere i loro rappresentanti federali e regionali, era il discorso del presidente francese quello che i Verton aspettavano. Davanti al bar Chez Neuch due studenti che desiderano restare anonimi hanno detto con sarcasmo: “I belgi sono campioni del mondo nelle crisi politiche e nei litigi tra fiamminghi e valloni? Penso che i nostri amici francesi siano sulla buona strada per superarci”.

Ti resta il 65,26% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.

READ  Il capo del gruppo Wagner chiede a Putin di fermare la guerra in Ucraina