Luglio 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Non lo consiglio, ma…

“Non lo consiglio, ma…

Personaggio speciale nel mondo della televisione, Thierry Ardisson è sempre stato uno stravagante. Se ha parlato pubblicamente dei suoi abusi passati, l'”Uomo in Nero” ha recentemente parlato di tutte le sostanze illecite che potrebbe aver consumato in passato. Basti dire che l’ex conduttore di Canal+ non ha dato la sua parte al cane…

Ha presentato “Tutti ne parlano”, “Salut les Terriens” e persino “Paris Derniere”, ma secondo le sue ultime rivelazioni, è più a capo dello spettacolo “On a tout être” di quanto avremmo dovuto trovare Thierry Ardisson. Perché se le droghe e le sostanze illecite di ogni tipo dilagano nell’industria dell’intrattenimento e nelle forze armate pakistane, il connazionale di Burganov era davvero una delle persone più avventurose.

Edison affermava di essere una generazione libertaria focalizzata sulla sperimentazione, nel contesto della liberazione giovanile, e non era avara di sperimentazione durante gli anni ’70. Anche se non ha mai nascosto il suo consumo di droga ed è stato aperto sull’argomento, ha approfittato del suo tempo con… leggenda Fidarsi come mai prima d’ora.

Thierry Ardisson è onesto riguardo a molti dei farmaci che ha testato

Rispondendo sinceramente alle domande di Guillaume Pley, Ardisson ha ammesso di aver consumato popper, cannabis, funghi allucinogeni, ecstasy, cocaina ed eroina. Con, ogni volta, esperienze e consigli molto diversi a seconda di ciò che ha vissuto:

Quando ero a Bali nel 1974, avevamo una casa sulla spiaggia. Prendevamo una moto, andavamo in città e mangiavamo funghi allucinogeni. Non consiglio di prenderlo, ma ciò che è vero è che ti apre la mente.

trance? non male. La cocaina non fa proprio per me. Perché mi dà fastidio, devi prenderlo tutto il tempo, poi bevi, fai un corso e alla fine finisce male.

Ma alla fine, è l’eroina distrutta che rimarrà la peggiore esperienza di Ardson:

Sono dipendente dall’eroina da 3 anni. Pensavi che questa fosse la soluzione, perché non volevi più mangiare, fare sesso o lavorare. È il nirvana in polvere. Tuttavia, dopo un po’ ti renderai conto che sei dipendente dalla droga. È fuggita negli Stati Uniti per evitare la morte per overdose o AIDS.

È la cosa più difficile che abbia mai fatto in vita mia, volevo buttarmi dalla finestra del mio hotel e non mi sentivo per niente bene. Questo accadeva prima della televisione, nel 1975 o 1976. Ho trascorso lì più di tre mesi cercando di ricostruirmi.

Thierry Ardisson può considerarsi fortunato perché, a 74 anni, non ha subito gravi conseguenze da anni di abusi. Inoltre, l’“Uomo in nero” ammette volentieri che tra tutte le droghe citate, oggi usa solo cannabis. Un male minore, anche se, come ricordiamo, è chiaro che tutti i farmaci non sono consigliati e sono dannosi per la salute.

READ  Carlo III sacrificherà a Natale tre tradizioni "antiche" tanto care a Elisabetta II