Luglio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Maurice Ravel è l’unico autore del “Bolero”, giudicato dal Tribunale di Nanterre

Maurice Ravel è l’unico autore del “Bolero”, giudicato dal Tribunale di Nanterre

Venerdì 28 giugno, il tribunale di Nanterre ha respinto i titolari dei diritti di Maurice Ravel e dello scenografo russo Alexandre Benoit, che chiedevano alla Società degli autori, compositori ed editori musicali (Sacem) di riconoscere quest’ultimo come coautore del celebre libro. Bolero. La Corte “Le richieste dei beneficiari di Maurice Ravel e Alexandre Benoit in merito Bolerouno degli atti più rappresentati e trasmessi al mondo »la corte ha dettagliato in un comunicato stampa, il lavoro “Rimane quindi di dominio pubblico.”.

Per quanto riguarda l’ipotesi di coautoralità del signor Benoit, il tribunale ha considerato anche questo “I documenti presentati non hanno dimostrato la sua qualità di autore dell’argomentazione del balletto.”.

Anche la tesi di un’altra coautrice interessata, la coreografa Bronislava Nijinska, è stata respinta in base a questa sentenza, poiché l’artista non aveva “Non è mai apparso nei documenti Bolero Come coautore ».

“È una decisione molto motivata, che ha avuto cura di esaminare tutti gli elementi portati all’attenzione della Corte e che conferma la correttezza della coalizione, che è pura nel suo approccio”. (…) E nella sua posizione di proteggere gli interessi dei suoi membri”.In risposta all’Agence France-Presse (AFP) MH Evan Derringer, che difende la Sacem con Me José Anne Benaziraff. Questa convinzione “eccezionale”Ero felice.

“Commercio immobiliare ed editori [également parties au dossier] “È stata respinta dal tribunale e stiamo analizzando con calma la decisione prima di rispondere alla stampa”.Da parte sua, ha annunciato M.H Jill Verkin, avvocato immobiliare di Ravel.

“Lavoro eccezionale, sistema eccezionale”

Anche l’erede di Maurice Ravel, Eveline Ben de Castel, è stata condannata a pagare un euro a Sachem “a titolo di risarcimento dei danni subiti a causa dell’abuso dei diritti morali dell’autore”, precisa la decisione.

READ  Questo grande e complesso giocattolo LEGO è stato trovato nella scatola promozionale e i collezionisti lo hanno già acquistato

Questa disposizione garantisce che in questa fase Bolero Resta di pubblico dominio come lo è dal 2016. Per Sacem, che gestisce e raccoglie i diritti d’autore in Francia, riconoscere il signor Benoit come coautore avrebbe protetto l’opera fino al 1Lui è Maggio 2039, il signor Benoit morì nel 1960.

Durante l’udienza del 14 febbraio, le famiglie Ravel e Benoit hanno fatto emergere diversi elementi storici che, secondo loro, dimostravano che il balletto di Ravel era una performance artistica. “Lavoro collaborativo”. “Non è stata trovata alcuna traccia di tale argomento, formalizzato per iscritto.”Lo ha indicato nella sua decisione il tribunale, consultato dall’Agence France-Presse “Documenti che accompagnano la divulgazione dell’occupazione [affiche des représentations du Boléro et programme des représentations] Non farlo notare.”.

A parte gli elementi storici, i titolari dei diritti hanno sottolineato durante le discussioni anche il rifiuto di Saam di riconoscere qualsiasi coautore. “Per SAM, esiste copyright e copyright Bolero. Lavoro eccezionale e sistema eccezionale »poi rimproverò Me Edward Mill, avvocato immobiliare di Benoit.

Workshop internazionali

Corsi online, corsi serali, workshop: sviluppa le tue competenze

Esplorare

Il tribunale, da parte sua, ha ritenuto che i titolari dei diritti fossero stati ridotti ” sbagliato “ Esempio per uno “sala registrazione”. Questa azione legale è nata dopo che Sam ha rifiutato di registrare il signor Benoit come coautore due volte, nel 2016 e poi nel 2017.

In Francia, il diritto d’autore su una composizione musicale dura tutta la vita del suo compositore e poi per i successivi 70 anni. Diventa quindi di dominio pubblico e può essere utilizzato liberamente.

IL Bolero La protezione fu concessa per un periodo di settantotto anni e quattro mesi, perché la legge prevedeva proroghe volte a compensare la perdita di reddito degli artisti francesi durante le due guerre mondiali, che portarono la protezione fino all’anno 1Lui è Maggio 2016.

READ  Piangendo Laetitia Milot parla della sua incapacità di concepire a causa dell'endometriosi e annuncia tristi notizie.
Leggi anche | Il materiale è riservato ai nostri abbonati Ravel confuso

Il mondo con l’Agence France-Presse

Riutilizza questo contenuto