Dicembre 7, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Mai più!”: l’OMS grida contro il Covid

All’apertura della riunione straordinaria dell’Assemblea mondiale della sanità, il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha dichiarato: “Tutto questo accadrà di nuovo a meno che voi, nazioni del mondo, non vi uniate per dire con una sola voce: non accadrà di nuovo !” Il supremo organo decisionale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che comprende i suoi 194 membri.

Questo incontro di tre giorni è solo la seconda sessione speciale dell’Assemblea mondiale della sanità.

Domenica, i membri dell’Organizzazione mondiale della sanità hanno concordato di avviare negoziati per sviluppare uno strumento internazionale per una migliore prevenzione e controllo delle epidemie. Durante l’incontro, che dovrebbe durare tre giorni, i membri dell’OMS devono ratificare formalmente questa bozza di accordo.

“È tempo di superare questa pandemia e lasciare un’eredità per le generazioni che ci seguiranno”, ha sottolineato Tedros.

“L’émergence d’Omicron est un autre rappel que le Covid n’en a pas fini avec nous”, at-il poursuivi, en rilevanti que le monde ne devrait pas avoir besoin “d’un autre rappel à l’ order” .

Ha detto che la nuova alternativa di Omicron “mostra perché il mondo ha bisogno di un nuovo accordo”.

“Alors que l’Assemblée mondiale de la santé prevede un’iniziativa internazionale sulle pandémies, i gouvernements doivent veiller à ce que cet agreement aborde la prévention à la source”, un commento sull’organizzazione della Wildlife Conservation Society, per la conservazione dalla natura. “I governi e le agenzie multilaterali devono rompere i loro silos settoriali, ripensare le politiche economiche e collaborare attorno all’obiettivo comune di prevenire future pandemie. Un primo passo essenziale è riconoscere i legami intrinseci tra salute umana, animale e vegetale, nonché l’importanza fondamentale di un ambiente sano e funzionante per la nostra salute e il nostro benessere”.

READ  Washington spinge gli alleati dell'Ucraina a fornire "ciò di cui ha bisogno immediatamente"

La bozza di accordo approvata in modo informale domenica dai membri dell’OMS prevede la creazione di un “organismo intergovernativo” per redigere e negoziare “una convenzione, un accordo o altro strumento internazionale dell’Organizzazione mondiale della sanità sulla prevenzione, la preparazione e la risposta alle epidemie”.

Un rapporto intermedio è previsto nel maggio 2023. Il risultato sarà sul tavolo dell’Assemblea mondiale della sanità nel maggio 2024.