Luglio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ivan, come molti residenti di Istinwa, non vuole turbine eoliche tempestose: “Le torri di 200 metri riducono la qualità della vita nelle zone rurali”.

Da quasi 50 anni Ivan Vanez vive nella sua casa di Rue Deporté a Fouroulx. Ma tra qualche anno il paesaggio dietro casa sua potrebbe cambiare. E non poco, visto che il progetto della società Storm di Anversa prevede di installare 6 turbine eoliche “nel suo giardino”. “Il più vicino sarebbe a 800 metri da casa mia“, spiega il pensionato 78enne. “Decidendo di vivere in campagna, dobbiamo accettare alcuni svantaggi come la rete che non è sempre disponibile, una rete di autobus limitata o addirittura il passaggio dei contadini per strada. Ma torri alte 200 metri riducono la qualità della vita nelle zone rurali.

Oltre all’inquinamento visivo, Ivan Vanez teme ancora molte cose legate alle turbine eoliche. “C’è anche il rumore e le onde ultrasoniche che producono. Naturalmente ci sono dei limiti legali, ma ogni volta che ripartono fanno molto rumore. Le persone che avevano appena acquistato una casa in una strada vicina abbandonarono il progetto dopo solo pochi mesi di averne sentito parlare“.

Sei turbine eoliche in tre villaggi

Un progetto che prevede la realizzazione di un parco composto da sei turbine eoliche che si estende su tre villaggi di Kayan Estinoise, ovvero Fouroulx, Rouvroy e Besant. “Non sono l’unico che si oppone alla realizzazione di questo progetto. Ci sono comitati di protesta anche in altri villaggi e sarebbe bene, inoltre, riunirsi per parlarne. Ho 78 anni, quindi, come si suol dire, mi batto per le generazioni future, ma se questo progetto vedrà finalmente la luce non avrò nulla da rimproverarmi perché avrei fatto di tutto per garantirlo. Non raggiunto“.

READ  “Sempre lacrime, urla e rabbia”: un anno fa Delhaize annunciava il franchising dei suoi negozi Dove siamo oggi?

L’11 giugno si è tenuta a Estin una riunione dei cittadini sul progetto Storm.

L’11 giugno si è svolto un incontro informativo tra i cittadini e l’azienda responsabile dello studio d’impatto. “Il problema è che questa azienda è pagata dallo sviluppatore… Il progetto che ci è stato presentato è lo stesso di due anni fa, tranne che hanno aggiunto due turbine eoliche. L’incontro è andato bene anche se erano presenti 60 persone contrarie al progetto, tra cui anche rappresentanti comunali che sono contrari come noi a questo progetto. Se contiamo tutte le turbine eoliche già esistenti e in cantiere, nei 15 chilometri attorno a Istyn ce ne saranno 102. Tuttavia, man mano che ci dirigiamo verso il Brabante Vallone, non ci saranno più turbine eoliche. Perché ?

Forse il motivo sta nella decisione presa circa quindici anni fa dal comune di Estein di accogliere il primo impianto eolico sul proprio territorio, sul lato di Holchen, aprendo così le porte a tutta una serie di imprenditori che vedevano nella campagna della zona il luogo ideale per costruire turbine eoliche. Ma questa è un’altra storia…