Luglio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli astronauti bloccati per settimane nello spazio a bordo della Starliner “si fidano ancora del Boeing”: “Ci stiamo divertendo”

Il motivo: problemi con il sistema di propulsione della capsula durante il suo avvicinamento alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che hanno spinto la NASA a posticipare la sua partenza, mentre venivano condotti i test.

“Ho la sensazione molto positiva che la navicella spaziale ci riporterà a casa, senza problemi”, ha detto Sonny Williams durante una conferenza stampa dallo spazio. Nel frattempo “ci divertiamo qui sulla Stazione Spaziale Internazionale”, ha aggiunto.

Decollo riuscito della navicella spaziale Boeing Starliner in viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale

Da parte sua, Butch Wilmore ha elogiato le capacità della navicella spaziale che ha pilotato manualmente nel suo viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale, in particolare la sua precisione.

Come pilota collaudatore, mette in prospettiva le sue sfide: “È il mondo dei test. È un settore difficile”. “Ogni veicolo spaziale mai progettato ha avuto molteplici problemi. Questa è la natura della nostra attività.”

Poco prima che la nave attraccasse alla stazione, cinque delle 28 piccole unità di propulsione ad un certo punto si guastarono, sebbene tutti i motori tranne uno furono riavviati.

Da allora la NASA ha iniziato i test a terra su un motore di propulsione simile, sottoponendolo a condizioni simili a quelle a cui è esposto in volo.

Pertanto, la NASA garantisce che attualmente gli astronauti possano utilizzare la capsula in qualsiasi momento per tornare in caso di emergenza.

READ  7 miti e fatti che dovresti conoscere