Luglio 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ecco le cose da non dire mai durante un colloquio di lavoro

Ecco le cose da non dire mai durante un colloquio di lavoro

Un colloquio di lavoro può essere un evento molto traumatico per alcuni, soprattutto quando non sono ben preparati. La lingua può scivolare, le parole possono scappare contro la nostra volontà… ma come facciamo a sapere cosa evitare di dire per fare bella figura? Di seguito un elenco non esaustivo di frasi da non dire durante il prossimo colloquio di lavoro!

1. Il mio ex capo era un idiota

Potresti essere tentato di criticare il tuo precedente datore di lavoro, e talvolta giustamente, ma dovresti evitare questa opzione dal tuo repertorio. Come ha spiegato a Le Figaro Fabrice Berger, direttore dell’acquisizione di talenti in Francia presso Proman, è meglio evidenziare i disaccordi in modo costruttivo.Mostrando introspezione, che è la più grande forza di un candidato“.

2. Il mio errore più grande? Sono un perfezionista

Questa è spesso la domanda che ci fa prendere dal panico. Quali sono i nostri difetti? Soprattutto, non cogliere l’occasione per fornire qualità convincenti, poiché ciò rischia di infastidire i reclutatori. Sii onesto, ma cerca i difetti che non danneggino la posizione che stai cercando: “Non mi piace la routine”, ad esempio se hai una posizione diversa. Puoi parlare anche dei tuoi errori ma anche della tua capacità di superarli e superare le difficoltà che affronti.

Parla dei tuoi errori nel colloquio: “Se ti candidi per un posto di contabile, dovresti evitare di dire che non sei un analista…”

3. È sul mio curriculum

A volte ti verrà posta una domanda e la risposta è in grassetto sul tuo curriculum. Ma non cedere alla tentazione di dire che lì è scritto. La domanda non si pone senza motivo: cogli l’occasione per fare chiarezza e fornire chiarimenti, non importa quanto banale sia il punto espresso nel tuo CV.

READ  La guerra tra Israele e Hamas: Alexander De Croo ha ricevuto i familiari degli ostaggi israeliani tenuti da Hamas

4. Non ho fatto nulla dal mio ultimo lavoro

Anche se questa è la verità, evita completamente questa risposta quando qualcuno ti chiede cosa hai fatto dal tuo ultimo lavoro. È meglio dimostrare che sei rimasto attivo in un modo o nell’altro, attraverso associazioni, formazione online, nuove sfide… Dimostra che sei una persona dinamica.

5. Sono davvero nervoso

Ovviamente, un colloquio di lavoro può causare stress. Ma non è quello che il tuo reclutatore vuole vedere/sentire. Vai più nella direzione di “Sono davvero emozionato/eccitato” per questa situazione, questo invierà un messaggio più positivo.

6. Non è stata colpa mia

Potrebbe esserti chiesto perché l’esperimento si è concluso con un fallimento o perché sei stato licenziato dal lavoro. Ma invece di incolpare qualcun altro, i reclutatori apprezzeranno una buona introspezione e applaudiranno i tuoi sforzi per ammettere i tuoi errori. “Apprezzo quando un candidato mi spiega che ha individuato cosa gli mancava per ottenerlo Resisti o accetta una sfida del genere“, spiega Fabrice Berger.

7. Parlo 7 lingue diverse

Dovrebbe anche essere bandito dal tuo CV se è falso, così come qualsiasi altra invenzione che usi come copertura. Se non viene affrontato durante il colloquio, prima o poi verrà fuori e mentire ti farà più male che il contrario. Migliora le tue qualità e capacità, perché sono ciò che ti permetterà di ottenere la posizione che desideri.

8. Ho divorziato

Se ti viene chiesto di spiegare una lacuna nel tuo CV, evita di giustificarti aprendoti sulla tua vita personale. “Il colloquio non è un ufficio reclami, “Questo non è un problema del reclutatore”, ricorda Fabrice Berger.

READ  "Il genitore deve esercitare un'influenza su suo figlio."

Il colloquio di lavoro: la storia immaginaria di un problema molto reale

9. Non ho domande

Alla fine del colloquio ti verrà spesso chiesto se hai qualche domanda. Evita di rispondere “no”, poiché questa è la prova dell'”impreparazione del candidato”, secondo Gael Mousny, direttore delle risorse umane di Burger King Francia. Pensa a preparare le domande da porre prima del colloquio. Alla maggior parte di queste domande probabilmente non verrà data risposta durante il colloquio, quindi puoi anche scrivere un elenco per vedere quali domande devi ancora porre.

10. Non lo so

Quando non sai cosa dire, non dire “Non lo so”. Prenditi un momento per fornire una risposta costruttiva, anche se ciò significa sottolineare che non disponi di tutte le informazioni necessarie per formulare una risposta completa. Se ti viene chiesto di immaginare una situazione che non hai mai affrontato prima, spiega semplicemente come reagiresti se dovessi affrontarla.