Luglio 18, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come Elon Musk e Tesla imbrogliano con il sistema di guida autonoma FSD

Come Elon Musk e Tesla imbrogliano con il sistema di guida autonoma FSD

Il Full Self-Driving di Tesla, la punta di diamante della guida autonoma secondo Elon Musk, nasconde un segreto ben custodito. I dipendenti sono testimoni di una pratica che potrebbe mettere in discussione l’integrità del sistema.

TeslaFSD

E se l’FSD funzionasse perfettamente… ma solo se il tuo nome fosse Elon Musk. Questa è la verità che i dipendenti Tesla hanno appena rivelato, gettando un’ombra sulle impressionanti promesse della guida completamente autonoma (FSD).

Elon Musk non ha mai nascosto la sua ambizione: rendere Tesla il leader indiscusso nella guida autonoma. Ad agosto presenteranno anche un taxi a guida autonoma. Il sistema FSD (Full Self-Driving) si presenta come la crema del raccolto, capace di apprendimento e miglioramento continui. Ma ora sembra che questo miglioramento non sia così neutrale come si potrebbe pensare.

TeslaFSD

Secondo quanto rivelato Interessato al commercioIl processo di apprendimento della FSD si basa fortemente sull’analisi umana dei video registrati durante la guida. Finora, niente di sconvolgente. il problema ? Queste analisi non saranno condotte in modo equo.

Il trattamento preferenziale che fa rabbrividire

Aspetta un attimo, perché questo potrebbe farti saltare: secondo più di una dozzina di attuali ed ex dipendenti Tesla, i video analizzati per l’ottimizzazione FSD non sono stati selezionati a caso. Esistono infatti due categorie di conducenti che hanno priorità assoluta:

  • Lo stesso Elon Musk
  • Una selezione di importanti driver, tra cui influenti YouTuber

Concretamente, ciò significa che i dipendenti incaricati di analizzare i dati di guida hanno dovuto concentrarsi sui viaggi di Elon Musk, arrivando addirittura a studiare specificamente le strade che portano alla sua residenza. Alcuni hanno addirittura riferito di aver ricevuto istruzioni esplicite di lavorare sui dati dell’auto personale dell’amministratore delegato.

READ  Elon Musk nomina Linda Iaccarino CEO di Twitter

Le conseguenze di questo favoritismo algoritmico

Forse ti starai chiedendo: “Ma perché fai questo?” Bene, il risultato è semplice: FSD memorizza a memoria i viaggi di Elon Musk. Non c’è da stupirsi che i suoi viaggi procedano come un orologio! Come ha riassunto bene un ex dipendente: “ Sembra chiaro che l’esperienza di Elon sia migliore di quella di chiunque altro. Ha testato il software al meglio. »

Ma Elon Musk non è l’unico a beneficiare di questo trattamento preferenziale. Anche i percorsi degli influencer e degli YouTuber pro-Tesla sono stati attentamente analizzati e ottimizzati. l’obiettivo? Assicurarsi che coloro che potrebbero condividere la propria esperienza online abbiano una visione positiva della FSD.

Questa rivelazione solleva gravi questioni etiche. Molti dipendenti, invece, hanno espresso il loro disagio nei confronti di questa pratica, che considerano disonesta. Alcuni hanno addirittura descritto questa politica come una vera e propria frode. D’altro canto, questo approccio parziale potrebbe spiegare le grandi discrepanze nelle prestazioni della FSD riportate dai diversi utenti.

Infatti, se il sistema è ottimizzato principalmente per le strade della California (dove risiedono Elon Musk e molti vip), come può pretendere di offrire un’esperienza simile in altri stati o paesi? Questa attenzione su metodi specifici potrebbe essere la causa principale delle critiche e del disappunto espressi da alcuni utenti della FSD.