Giugno 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘URGENTE’: Migliaia di genitori potrebbero essere penalizzati fiscalmente perché non hanno il certificato fiscale corretto

‘URGENTE’: Migliaia di genitori potrebbero essere penalizzati fiscalmente perché non hanno il certificato fiscale corretto

Molti genitori non hanno ricevuto il certificato fiscale corretto per i costi dell’assistenza all’infanzia… Tuttavia, la dichiarazione dei redditi è al più tardi il 14 luglio per i dipendenti. Quest’anno è valido solo il certificato ufficiale rilasciato da FPS Finance. Questo è il documento che dovrà essere allegato alla dichiarazione per usufruire delle detrazioni fiscali. Ma gli enti di formazione si rifiutano di completare questi documenti molto complessi. I danni possono raggiungere diverse migliaia di euro.

L’Associazione Famiglie entra in gioco e invita FPS Finance a dare prova di flessibilità. In questione sono gli attestati di formazione che i genitori devono allegare alla dichiarazione dei redditi. Questo documento è stato modificato, solo il documento formattato è valido.

Il problema è che le organizzazioni di formazione sono riluttanti a fornire questi programmi, perché sarebbero troppo complessi da completare. Di conseguenza, alcuni centri di formazione non forniscono documenti o trascrizioni non validi. “Per la dichiarazione dei redditi precedente, i genitori possono ancora presentare i vecchi certificati, quindi il certificato varia a seconda di ciascun ente per l’infanzia. Ma da quest’anno FPS Finances non prevede più questo periodo di tolleranza e, nonostante le nostre numerose richieste, ci ha risposto che per loro le organizzazioni per l’infanzia avevano abbastanza tempo per conformarsi agli standard e, di conseguenza, maggiore tolleranza.“, spiega Jennifer Severin, responsabile degli studi giuridici dell’università.



Questa situazione sconvolge Charlotte, madre di tre bambini piccoli: “Mi dà fastidio dover tornare indietro e perdere tempo e alla fine non ottenerlo. Posso capire che ci sia una questione di tempo, ma penso che ci sia tutta una logistica che deve essere messa in atto dal momento in cui apriamo i corsi e gli asili nido per bambini.‘, pensa Charlotte.

Se non rincorriamo questi soldi, perderemo davvero

Senza questo certificato non vi è alcuna riduzione fiscale e le perdite possono raggiungere centinaia o addirittura migliaia di euro. “Tutto costa caro, sono aumentati i tirocini, sono aumentati i costi degli asili nido… Se non inseguiamo questi soldi, siamo davvero in perdita.“, sottolinea.

READ  Perché dovresti evitare di inviare messaggi vocali?

L’Associazione delle Famiglie esercita pressioni sul Ministro delle Finanze affinché renda più flessibili le procedure. “Ce n’è bisogno urgente, perché la prossima dichiarazione dei redditi dovrà essere compilata entro il 14 luglio. Non smetteremo di chiedere al ministro delle Finanze di concedere un nuovo periodo di allentamento per tutto il 2023, per punire qualsiasi tutore.Questa è Jennifer Severin.





Colpite mezzo milione di famiglie

Quello che consigliamo alle famiglie, se non ricevono i certificati corretti, è insistere prima di contattare le organizzazioni per l’infanzia. Se il problema persiste, contatta FPS Finances per avvisarli del problema, ma soprattutto conserva tutte le altre prove, compreso il certificato errato. Se non è presente alcuna certificazione, conservare la prova della registrazione e del pagamento e la prova dei passaggi compiuti per ottenere tale certificazione. In questo modo, se avrà luogo un’ispezione, saranno in grado di dimostrare che non è colpa loro e, si spera, FPS Finance sarà indulgente“, consiglia Jennifer Severin.