Luglio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Thomas Meunier torna sulla polemica contro l’Ucraina e cita lo slogan del Belgio: “L’unione fa la forza, siamo tutti sulla stessa barca”.

Ciò ha fatto sì che questo discorso contro l’Ucraina diventasse sinonimo di qualificazione agli ottavi di finale degli Europei… ma anche sinonimo di secondo posto e quindi di confronto con la Francia.

È stato Thomas Meunier a essere inviato alla stampa il giorno dopo questa partita criticata. Perché è reduce da un infortunio ma anche e soprattutto per la sua esperienza e la sua capacità di trovare le parole giuste davanti ai media. “I Devils sono andati a salutare i tifosi prima di voltarsi perché il trattamento è stato davvero speciale. L’obiettivo principale restava la qualificazione. Non dobbiamo dimenticare che non siamo arrivati ​​ultimi nel girone. Naturalmente, in termini di stile, ci sarà sempre qualcosa da dire sul fatto che non tutto sia perfetto. Non giochiamo una partita di calcio con l’obiettivo del pareggio o del terzo posto. Giochiamo per arrivare primi, abbiamo un gruppo ambizioso. “Sinceramente negli ultimi anni raramente ho visto tanta qualità ed entusiasmo.”

I Red Devils negano di aver giocato per il pareggio: “Se avessi crossato e l’Ucraina avesse segnato in contropiede, mi avrebbero ucciso”.

Prima di continuare. “Trovo vergognoso vedere queste reazioni sproporzionate, sia da parte dei sostenitori che dei commenti. Dobbiamo avere un discorso unitario. Solo il motto del Belgio è “L’unione fa la forza”. La critica deve essere costruttiva, altrimenti non si arriva da nessuna parte. Ci piacerebbe avere il supporto e vedere 15.000 tifosi negli stadi. Siamo tutti sulla stessa barca e non è nell’interesse comune creare tensioni. Il Belgio voleva qualificarsi e l’ha ottenuto. Avremo bisogno di tutti nella prossima partita e giocare con la Nazionale francese per noi è un onore. Giochiamo a calcio per poter disputare questo tipo di partite.

READ  Movimento in Standard? Diversi giocatori potrebbero partire quest'inverno, tutto il calcio

E ritornare al suo stato naturale. “Le cose stanno andando bene, abbiamo lavorato bene ad Anversa. Ho buone speranze di tornare ad allenarmi in gruppo questo fine settimana. Mi piacerebbe far parte del gruppo per affrontare gli azzurri”. Soprattutto da quando è stato squalificato per le semifinali della Coppa del Mondo 2018.

“Squadra senza coraggio” “Solidarietà danneggiata”: la stampa belga critica i Red Devils dopo la divisione contro l’Ucraina