Luglio 15, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Goodbye Cyril”: è stato creato un montepremi per aiutare Hanouna a lasciare la Francia e… e sta già esplodendo

“La Francia, ribelle al potere, me ne andrò, questo è certo”, ha detto Cyril Hanouna al programma TPMP previsto per metà giugno. Abbastanza per infiammare i social media e la classe politica. Se l’ospite che dovrà rivedere la sua formula “Touche pas à mon poste” all’inizio dell’anno scolastico ha poi fatto capire la gioia di ricordargli le sue parole. Da “Hanuna, Get Out of There”, domenica in Piazza della Repubblica, ad Al Arida/Al Cats di oggi.

Il conduttore del C8, che ha appena ricevuto una multa record nel caso Boyard, è stato oggetto di un evento Facebook creato per “celebrare la scomparsa di Cyril Hanouna” il 14 luglio. Un raduno di oltre 200mila persone.

Oggi tocca allo “spirito critico” – non privo di ironia – prendere il volo Set premio Tippy “Addio Cyril” Per “aiutare” il provider TPMP. Ha aggiunto: “Pertanto, lasceremo che tutti siano felici o delusi dai risultati di queste elezioni”. Alexis Bellas, redattore multimediale, inizia un video che ha già raccolto diversi milioni di visualizzazioni sui social network. In ogni caso possiamo essere tutti contenti che Kirill Hanouneh possa realizzare i suoi progettiPrima di spiegare di aver creato una collezione di premi, aggiunge sempre questo con un sorriso e un sarcasmo: “Crediamo che con 1000 € Cyril potrà andare quasi ovunque voglia sul nostro bellissimo pianeta. In conclusione, il risultato di questo celebre gran premio, che finora ha battuto ogni record di oltre 2.745 euro. “Se avremo bisogno di recuperare più soldi, ci impegniamo a donarli a un’associazione che incoraggia il pensiero critico”.

READ  L'ultimo video di Meghan e Harry provoca "preoccupazione" tra i netizen.

Il video, tutto satira, si conclude con l’immagine iconica – e persino cult (già usata in Les Enfants de la télé) – dell’ex presidente francese Valéry Giscard d’Estaing che lascia il suo ufficio con un conciso “arrivederci”.

Questo contenuto non è disponibile in questa configurazione.
Scoprire Qui.