Giugno 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Con l’invio di Mirage, Emmanuel Macron compie un nuovo passo nel sostegno a Kiev

Con l’invio di Mirage, Emmanuel Macron compie un nuovo passo nel sostegno a Kiev

Emmanuel Macron ha fatto una sorpresa giovedì 6 giugno, durante un’intervista televisiva realizzata con lui da TF1 e France 2, a margine delle celebrazioni dell’80° anniversario.H anniversario dello sbarco, annunciando che la Francia avrebbe finalmente inviato aerei da combattimento in Ucraina. “Programma di trasferimento” A «Miraggio 2000-5» Verrà lanciato “Da domani”Il capo di Stato è stato nominato alla vigilia della visita del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj a Parigi venerdì.

Leggi anche | Il materiale è riservato ai nostri abbonati Il presidente ucraino Zelenskyj visita la Francia per fornire dettagli sui “bisogni” dell’Ucraina nei confronti della Russia

Sebbene numerose fonti interne agli eserciti e all’esecutivo abbiano indicato, negli ultimi mesi, di aver abbandonato questa opzione, considerata troppo complessa, preferendo fare spazio all’invio di F-16 americani proposti da altri paesi – Belgio, Paesi Bassi e Danimarca . , Norvegia – Questo annuncio segna una svolta. Il Capo dello Stato non ha specificato il numero di aerei Merab che potrebbero essere inviati, ma lo ha indicato“Alleanza”, “Con altri partner”, Era nel processo ” costruire ” E può durare “Cinque-sei mesi”.

In pratica, non ci sono molte opzioni per la Francia di trasferire aerei da caccia in numero ragionevole in Ucraina senza rendere troppo complesse le catene di supporto logistico. L’Aeronautica Militare dispone solo di un numero limitato di aerei (meno di 200 aerei Mirage e Rafale). Tuttavia, questi non sono sufficienti per svolgere tutti i compiti di cui è quotidianamente responsabile (sorveglianza del territorio, deterrenza, partecipazione alle missioni della NATO, ecc.).

Leggi anche la storia Il materiale è riservato ai nostri abbonati Guerra in Ucraina: Emmanuel Macron si è trasformato in una colomba che si è trasformata in un falco

READ  Trump ha esultato ma si è scagliato contro la manifestazione repubblicana: "Anche i suoi più ardenti sostenitori dicono di averne avuto abbastanza"

L’ultimo squadrone di caccia francese a pilotare il Mirage 2000-5 è il 1/2 Sigogne, con sede a Luxeuil (Hautes-Saône). Ma confiscargli i dispositivi e consegnarli a Kiev equivarrebbe a condannarlo. Esiste un’altra opzione, menzionata dagli ambienti specializzati, ovvero l’invio degli aerei ucraini Mirage 2000-5 attualmente nelle mani del Qatar, che da diversi anni cerca di venderli all’Indonesia. A febbraio Giakarta ha inaspettatamente abbandonato l’acquisto di una dozzina di aerei per un valore di circa 700 milioni di euro.

I piloti saranno addestrati in Francia.

Il Mirage 2000-5 è il più vecchio aereo da combattimento a disposizione dell’Aeronautica Militare, insieme al Mirage 2000-D, che anche Kiev ha chiesto di inviare. La loro sostituzione è prevista entro il 2029. Tuttavia, sono ancora ampiamente utilizzati. In particolare a Gibuti, dove quattro aerei sono stazionati permanentemente nell’ambito dell’accordo di difesa con la Repubblica del Corno d’Africa per garantirne la guardia aerea. Alcuni di questi aerei sono stati schierati per intercettare i droni Houthi nel Mar Rosso a marzo.

Ti resta il 48,48% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.