Campania Cava de' Tirreni video

Cava, Jerry Weldon in concerto per l’accoglienza e integrazione

Un Evento di solidarietà, sabato 15 luglio alle 21:00, nel Complesso Monumentale Santa Maria del Rifugio, grazie alla collaborazione e patrocinio del Comune di Cava de’ Tirreni, per diffondere una cultura dell’Accoglienza e dell’Integrazione fatta di progettualità e di impegno.

L’iniziativa promossa dal presidente dell’associazione Sofy Music Giuseppe Masullo, si inserisce nelle diverse attività dell’associazione Pietre Vive, che da anni realizza progetti di scolarizzazione e di prevenzione dell’Aids dei frati cappuccini, nella Repubblica Democratica del Congo.

“La Rassegna musicale Ponti di Note – spiega il presidente Giuseppe Masullo – vuole sensibilizzare le persone sull’importanza di costruire relazioni costruttive. Nessun muro, dobbiamo immaginare ponti tra i popoli. E la musica è da sempre uno di questi ponti, se vogliamo un’altra parafrasi, un veicolo privilegiato per educare alla pace e alla tolleranza”.

“Creeremo ponti grazie a chi verrà accompagnati dal sassofonista americano Jerry Weldon. Sarà lui il vero protagonista della serata accompagnato dagli Hammond Grovers. Sono sicuro che si volerà alto con la musica – conclude Masullo – faremo vibrare i cuori riempendoli di fraternità e di condivisione”.

Un gruppo di professionisti, formato da tre tra i più richiesti e talentuosi musicisti sulla scena nazionale ed internazionale. Gli Hammond Groovers con Daniele Cordisco alla chitarra, vincitore del premio Massimo Urbani è sicuramente uno dei chitarristi più interessanti degli ultimi anni sulla scena italiana.

Ci sarà anche Antonio Caps all’organo hammond, molto versatile e virtuoso dello strumento, già al fianco di giganti quali Gregory Hutchinson, Eric Alexander, Ronnie Cuber e degli italiani Fabrizio Bosso, Giovanni Amato, Flavio Boltro.

Altro nome, Elio Coppola alla batteria che con i suoi ritmi ha già accompagnato alcune tra le leggende mondiali del jazz come Joey De Francesco, Benny Golson e Peter Bernstein.

Durante la serata sarà possibile lasciare un contributo libero all’Associazione Pietre Vive, per continuare a sostenere i progetti missionari, per ridare dignità e libertà ad un popolo devastato dalle guerre, sfruttato dalle multinazionali per le materie prime e dal traffico di armi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi