Attualità

Voler Bene all’Italia, con Legambiente torna la festa dei piccoli comuni

Voler Bene all’Italia

Torna Voler Bene all’Italia, la giornata nazionale dei piccoli comuni promossa da Legambiente


Nel week end del 2 e 3 giugno i piccoli borghi campani apriranno le porte ai turisti e cittadini con visite guidate, escursioni nel verde, spettacoli folcloristici, eventi eno-gastronomici, mostre e mercatini per mettere in mostra il meglio del territorio, ma anche tante biciclettate, passeggiate ecologiche e cicloturistiche. La Campania sarà capitale di Voler Bene all’Italia con l’appuntamento nazionale che si svolgerà domenica 3 giugno a Torrecuso (Bn) e che vedrà tra gli altri la partecipazione di Stefano Ciafani, presidente di Legambiente; Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola e Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania.
In Campania sono 335 i piccoli comuni, pari al 61% del totale dei comuni della regione, dove vivono 721.927 persone (pari al 13% dei residenti campani). In Campania il 49,4 dei piccoli comuni rientrano in parchi, riserve o aree naturali. Ma l’economia verde dei piccoli comuni ruota anche intorno a produzioni di qualità, basate sulla capacità di realizzare produzioni uniche come le tipicità locali, vero e proprio valore aggiunto delle economie locali: il 94% presenta almeno un prodotto DOP e la maggior parte ne presenta più di uno.
«Vogliamo riportare ancora una volta l’attenzione sulle grandi potenzialità dei borghi italiani, luoghi di storia, cultura e tradizione, ma anche culle di innovazione sociale e laboratori di futuro – dichiara Stefano Ciafani, presidente nazionale Legambiente -. Ma è fondamentale che queste preziose esperienze non rimangono delle storie pioneristiche, ma che vengano inglobate in un progetto più articolato e ambizioso, in grado di metterle in connessione tra di loro e replicarle, determinando anche un nuovo assetto socio-economico. Infine è fondamentale che vengono rispettati i tempi di approvazione dei decreti attuativi previsti dalla legge e che vengano stanziati più risorse per i borghi».
Una due giorni per raccontare l’altra Italia, quella dei piccoli borghi italiani, sotto i 5mila abitanti, che lottano contro il fenomeno dello spopolamento e del disagio insediativo e che hanno deciso di scommettere su innovazione, sostenibilità, salvaguardia dell’ambiente, accoglienza, integrazione ma anche su un radicale ripensamento dei servizi per la cittadinanza.
Piccole storie che lasciano ben sperare e che dimostrano come già molti piccoli comuni si siano mossi in questi anni autonomamente lavorando su diversi linee di intervento, previste dall’attuale legge 158/2017 sui piccoli comuni, approvata nel 2017 e con primo firmatario Ermete Realacci, e che prevede fino al 2023 un fondo di 100 milioni per lo sviluppo strutturale, economico e sociale a favore dei piccoli centri e che abbraccia diversi ambiti. Un provvedimento che offre uno strumento di indirizzo strategico a lungo atteso, ma che per Legambiente deve essere accompagno da azioni fondamentali a partire dal rispetto dei tempi di approvazione dei decreti attuativi previsti dalla legge. Per questo l’associazione ambientalista ha lanciato unappello, sottoscritto già da centinaia di sindaci, e indirizzato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di farsi portavoce presso il Governo per un’accelerazione dei tempi su questo fronte e che vengano previste più risorse da destinare ai piccoli comuni, perché i 100 milioni di euro previsti fino al 2023 dalla legge bastano appena per partire.

Tutti gli appuntamenti in Campania sul sito www.legambiente.campania.it e www.piccolagrandeitalia.it

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi