Campania welfare

Vittime innocenti di camorra, fondi per l’anno scolastico 2020-2021

programmazione forestale

Don Tonino Palmese: «Anche se fisicamente distanti, non li lasceremo soli»

E’ stato pubblicato l’avviso per la presentazione delle domande di contributi previsti dalla legge regionale n°54 del 2018 per il sostegno socio-educativo, scolastico e formativo delle vittime innocenti di camorra, dei reati intenzionali violenti e dei loro familiari, relativamente all’anno scolastico 2020-2021.

Il bando è consultabile anche sul sito della Fondazione Polis: http://fondazionepolis.regione.campania.it

Le domande per l’assegnazione dei contributi devono essere presentate entro il termine di trenta giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso sul bollettino ufficiale della Regione Campania.

«Con questo bando rinnoviamo l’impegno della Regione Campania a favore di tutte le vittime innocenti della criminalità; sono azioni concrete che portiamo avanti quotidianamente attraverso la Fondazione Polis e che ci pone all’avanguardia a livello nazionale su questo delicato tema», sottolinea l’assessore regionale alla Sicurezza, Legalità, Immigrazione, Mario Morcone.

 «Con le borse di studio e i sostegni formativi – evidenzia il presidente della Fondazione Polis don Tonino Palmese – ​coniughiamo due importanti esigenze alla base della nostra azione: da un lato, vogliamo garantire la possibilità a tutti i familiari delle vittime di proseguire con un minimo di serenità in più il loro percorso scolastico ed educativi; dall’altro, ribadire a tutti loro, soprattutto in questo tempo difficile segnato dalla pandemia che, anche se fisicamente distanti, non li lasceremo soli».

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi