Campania Comunicato Stampa Cultura e Spettacolo Salerno

Villa Rufolo, visitatori (e incassi) da record

Villa Rufolo, numeri record per il complesso monumentale: 272.138 i visitatori paganti per un incasso di 1.225.020 euro. Il comunicato stampa della Fondazione Ravello.

 Ravello. Il 2016 ha visto Villa Rufolo mettere a segno un nuovo record di incassi e di presenze. Dal 2008 ad oggi è stato un susseguirsi costante di numeri che frantumavano quelli dell’anno precedente. Una politica attenta di gestione del bene, in uno ad una pianificazione strategica oculata e lungimirante, hanno reso Villa Rufolo un caso di studio. Non a caso l’allora e attuale Ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini, nel luglio 2014, ebbe a dichiarare che Fondazione Ravello, nella gestione di Villa Rufolo e più in generale della politica culturale di Ravello, rappresentava un’eccellenza da implementare in tutta Italia e segnatamente al Sud.

Toni entusiastici e trionfali? “Per non correre rischi ci rifugiamo nel freddo e oggettivo rigore dei numeri” – spiega il direttore della Villa Secondo Amalfitanonell’anno di presa in carico del complesso monumentale da parte della Fondazione Ravello, i visitatori paganti erano 135.788 per un incasso di € 607.476; nel 2016 tutto viene raddoppiato a biglietto d’ingresso immutato: 272.138 paganti per un incasso di € 1.225.020”.

340 milla visitatori in totale. L’emozione della Fondazione Ravello nel commentare i dati

Se ai 272.138 paganti aggiungiamo i visitatori non paganti (Ravellesi, ospiti, partecipanti ad eventi organizzati in Villa Rufolo da soggetti vari), il numero complessivo dei visitatori sale a circa 340.000. In nove anni Villa Rufolo si attesta fra i monumenti più visitati d’Italia, con una customer satisfaction fra le più alte in Italia, attestate dai maggiori rilevatori internazionali.

Nonostante i numerosi interventi eseguiti di ristrutturazione e recupero per circa 7 milioni di euro, la Villa non ha mai chiuso ai visitatori. Fra i pochi monumenti aperti 365 giorni all’anno, Villa Rufolo ha colto anche le opportunità dei numerosi lavori, per far diventare i vari cantieri momenti di visita e di formazione per i turisti. “Il rigore dei numeri, in un periodo sufficientemente ampio, ci porta ad essere soddisfatti per il lavoro svolto ma soprattutto ci offre utili spunti di programmazione e di riferimento per la progettualità da mettere in campo. – conclude il direttore Amalfitano – L’introduzione a breve di un moderno sistema informatizzato di bigliettazione, ci consentirà un monitoraggio ancora più puntuale, che ci accompagnerà nei prossimi anni verso il raggiungimento di un assetto stabile e definitivo del monumento che, senza tema di smentita, è diventato un caso di studio, e vero e proprio modello nello straordinario e complesso mondo dei beni culturali italiani”.

Scopri l'Autore

Antonio Ioele

Antonio Ioele

10 anni, tra Italia ed estero, tra radio, tv, carta stampata e web. Da febbraio 2017 sono il delegato dello "Studio Associato laRed" (P.IVA 05569100653), proprietario della testata giornalistica laRedazione.eu.

Il portale www.laredazione.eu è fisicamente alloggiato presso i server di Aruba S.p.A.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi