Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Viaggiare all’estero: cattive notizie per i belgi che vanno in Francia per Natale

Dopo i guai causati dal gelo di questo fine settimana, anche le vacanze natalizie si preannunciano movimentate.

SSolo due treni su tre circoleranno durante il fine settimana di Natale a causa di uno sciopero dei controllori, secondo le stime preliminari della direzione della SNCF martedì.

Christophe Vanechette, CEO di SNCF Voyageurs, ha annunciato durante una conferenza stampa che “almeno due treni su tre” saranno operativi questo fine settimana.

Venerdì, nel dettaglio, due vetture TGV su tre devono circolare sugli assi Atlantico e Mediterraneo, e un treno su due sull’hub nord; Tuttavia, la navetta Parigi-Lille sarà quasi normale. Tre su quattro gestiranno il TGV Est. Devono essere distribuiti anche tre Ouigo su quattro. Gli intercité devono avere traffico normale.

“Questo non è il momento.”

I dettagli di sabato e domenica non sono stati ancora resi noti, ma lo scenario sarà lo stesso di venerdì, “con uno scenario leggermente in peggioramento”, ha annunciato Alan Krakovic, direttore di TGV-Intercités. “Posso capire che ci sono richieste, ma nelle vacanze di Natale… non è questo il momento”, ha rilasciato durante una conferenza stampa con Christophe Vanichette, CEO di SNCF Voyageurs.


Leggi anche
Treni fermi per gelo: circa quattro ore di ritardo da Bruxelles

Circa 200.000 persone non dovrebbero poter viaggiare, sulle 800.000 persone previste per viaggiare sui treni questo fine settimana. I clienti riceveranno informazioni sul proprio treno tramite SMS ed e-mail. Sono incoraggiati ad anticipare la partenza, se possibile, e possono scambiare i loro biglietti gratuitamente o ottenere un rimborso.

Da novembre, la SNCF ha lottato per stabilire un dialogo con il gruppo di controllori dietro questo movimento sociale. Chiedono un migliore riconoscimento dell’esclusività di questa professione.

READ  Cambio del controllo tecnico da gennaio 2023

L’Associazione Nazionale ASCT (CNA) raccoglie più di 3.500 membri su Facebook e rifiuta qualsiasi identificazione con i sindacati, anche se deve fare affidamento sulle organizzazioni sindacali per presentare le sue richieste e archiviare le notifiche. Il primo fine settimana di sciopero, dal 2 al 5 dicembre, ha portato la SNCF a sopprimere il 60% di TGV e Intercités.

“Abbiamo fatto di tutto per evitare questo sciopero, abbiamo dato ogni possibilità di dialogo sociale”, ha lanciato Vanichit. “Abbiamo fatto proposte nuove, forti e concrete”, ha detto, invitando ancora una volta gli osservatori a non scioperare.

Dopo un incontro con i sindacati dell’8 dicembre, la direzione ha proposto un aumento del “premio lavoro” per lo skipper di 600 euro annui, parte dei quali confluirà nella retribuzione nel 2024, più un’indennità aggiuntiva di 600 euro lordi per anno.