Attualità EVIDENZA video

Mostra del Cinema di Venezia. Conflitto in Siria: l’appello di Giulia Bevilacqua per Save the Children

Non solo glamour, cinema e red carpet per la 74a Mostra del Cinema di Venezia. A destare l’attenzione e la curiosità di molti anche una misteriosa porta rossa, che si regge in piedi apparentemente da sola, come sospesa nel nulla.

Sul fronte della porta, la scritta “open” invita ad aprirla. Una volta aperta, passanti e celebrities si ritrovano improvvisamente catapultati in Siria: davanti ai loro occhi scorrono le immagini dure, di devastazione e rovina, immortalate da un drone su una città siriana bombardata, che raccontano il dramma dei bambini siriani, a sei anni e mezzo dall’inizio del conflitto.

“Non è un film, sta accadendo adesso”. È lo slogan dell’iniziativa di sensibilizzazione, con cui anche quest’anno, al Festival del Cinema di Venezia, Save the Children ha voluto tenere alta l’attenzione sul conflitto siriano e sulle sue conseguenze devastanti sul futuro di milioni di bambini.

“I bambini siriani stanno drammaticamente perdendo la loro infanzia e il loro futuro – ha dichiarato Giusy De Loiro, responsabile Media e Celebrities di Save the Children. “Tutto questo è inaccettabile e dura ormai da troppo tempo: è fondamentale tenere viva l’attenzione sul dramma che stanno vivendo i bambini siriani, garantire che la loro protezione venga considerata una priorità assoluta e restituire loro quella condizione di bambini alla quale hanno semplicemente diritto.”

Al fianco di Save the Children, anche l’attrice Giulia Bevilacqua

“Sono grata a Save the Children per aver portato alla Mostra del Cinema di Venezia le storie di milioni di bambini che stanno subendo le conseguenze devastanti della guerra. I bambini siriani hanno bisogno di essere supportati ed è fondamentale restituire loro l’infanzia perduta. I bambini sono prima di tutto e innanzitutto bambini e tutti noi dobbiamo impegnarci affinché vengano loro garantiti i diritti fondamentali e la possibilità di vivere finalmente in pace, quella pace che nelle loro giovanissime vite non hanno purtroppo finora mai conosciuto”.

L’iniziativa di Save the Children continua anche nella giornata di oggi all’interno della rassegna “Isola Edipo”, nel luogo dove è ormeggiata la storica barca di Pier Paolo Pasolini “Edipo Re” (Lido di Venezia, Riva di Corinto 1).

Sui social, l’iniziativa di sensibilizzazione di Save the Children sul dramma dei bambini siriani è legata agli hashtag #ChildrenofSyria e #Venezia74

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: