Campania Comunicato Stampa Cultura e Spettacolo Salerno

Venerdì a Salerno si inaugura “Linea di Contorno. Creatività differenti”

“Linea di Contorno. Creatività Differenti” è complesso progetto espositivo che comprende due sezioni: Collezione Fabio e Leo Cei di Outsider Art e Antologia della nuova arte italiana.

Salerno. Il progetto è promosso dall’Associazione Collaterart di Salerno, da un’idea di Fabio Avella, a cura di Marcello Francolini, che inaugurerà Venerdì 2 dicembre 2016 alle ore 18,30, presso il Complesso Monumentale di Santa Sofia. La mostra, che ha ricevuto il matronato del Museo Madre e della Fondazione Donnaregina di Napoli, sarà visitabile fino al 26 dicembre 2016.

“Linea di Contorno. Creatività Differenti” è un progetto che vuole unire ciò che si pone come differente rispetto ai modelli della società del consumo. La chiusura mentale verso l’altro ha creato un appiattimento dell’evoluzione, della creatività e della crescita socio-economica. Il limite principale che crea il pregiudizio, è dato dalla non conoscenza dell’alterità nelle sue più variegate forme. Linea di Contorno si pone come mezzo, strumento di conoscenza dell’altro tramite nuove forme di visione, analisi e adattamento al mondo.

La mostra è l’unione di diversi modi di vivere l’esistenza che aleggiano uniti sotto un unico cielo. Suddivisa in 2 Sezioni.

1° Sezione – Collezione Internazionale Fabio e Leo Cei di Outsider-Art:

Collezione Fabio e Leo Cei è tra le più importanti collezioni europee di artisti Outsider, raccolti dagli anni ’70 ad oggi, in Italia, Francia, Germania, Austria, Inghilterra, Serbia e Montenegro. Tra le opere esposte ci saranno quelle di Auguste Walla, Johann Fischer, Joŝkin Šiljan, Jean Pierre Nadau e tanti altri.

2° Sezione – per un’antologia della nuova arte italiana:

Questa sezione intende costruire uno spazio d’osservazione sulle tendenze dell’arte presente, tendando di individuarvi i linguaggi che più appartengono ad una sperimentazione che si distacca dalle logiche dell’industria culturale. Una zona perimetrale che include artisti capaci di costruire opere che ancora siano capaci di interrogarci su noi stessi, mettendo in discussione la realtà vigente.  Saranno esposte opere degli artisti: Dario Agrimi, Zino (luigi Franchi), Dorothy Bhawl, Adonai Sebhatu, Alessio Bolognesi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi