Ottobre 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Van Aert deluso per non aver vinto un GP del Quebec ma grato a Cosnefroy: “È molto forte in questo tipo di gare”

C’è stato molto entusiasmo, venerdì, nelle strade ben curate del Quebec in pubblico, per il Gran Premio della città della parte francofona del paese dello sciroppo d’acero. Dopo un’assenza di due anni con due cancellazioni consecutive a causa della pandemia, i fan del ciclismo transatlantico sono stati felici di poter fare il tifo per le stelle del ciclismo ancora una volta. Il trambusto è stato bello anche nella sensazione di scalare il circuito urbano delle prime due classiche canadesi, ovvero Mountain Coast, Bottas Coast, Factory Coast e Castle Coast. Un sacco di arrampicata che ha seriamente scremato il gruppo nei giri.

Con un ritmo costantemente alto dietro la rottura di cinque uomini, Hénuier Sébastien Grignard è stato un brillante cospiratore per la squadra Lotto-Soudal, che ha scommesso su Sylvain Moniquet e Florian Vermeirch, sono stati i migliori nella loro lotta per questi famosi punti UCI che si sono accumulati in tutte le conversazioni, sulle razze in tutti i continenti. Alla fine, Namurua ha preso il 18° posto, soddisfatto dei suoi sentimenti (“Avrei potuto essere vicino alla top 10 senza essere angusto in finale”.ha commentato) con l’avvicinarsi della riunione di Montreal, che gli si addice di più.

Il francese Benoît Cosnefroy è riuscito ad ingannare la vigilanza del gruppo Attaccare a due chilometri dalla fine e resistere al ritorno del gruppo inferocito. Salvezza per il simpatico pilota AG2R-Citroën, che non ha ancora vinto in questa stagione. Ha battuto Michael Matthews, un giocatore regolare di alto livello in Canada, e Benjamin Jermay, mentre Wut van Aert ha fallito ai piedi del podio.

READ  Club Bruges - Charleroi: Doublé de Rits pour faire le break (DIRETTO, 2-0)

“Non sono sorpreso dalla vittoria di CosnefroyCommenti Wout van Aert sembra deluso. Sappiamo che è molto forte in questo tipo di gare. Purtroppo ne ha approfittato. Sul retro, ho giocato a mini poker. Ho esitato troppo a lungo. Ma ho subito capito che non avremmo riavuto Cosnefroy. Ho quindi iniziato uno sprint da molto lontano per avere la possibilità di salire sul podio, ma sono stato fermato da Matthews e Jeremy. Alla fine è stato molto tattico. In questo tipo di nemico, devi davvero prendere la decisione. Devo essere difensivo in questo tipo di finale, ma in attacco c’era solo Cosnefroy. Può sembrare più facile di quanto sembri. Purtroppo. Abbiamo controllato la gara molto bene. La squadra era molto forte. Volevo finire il lavoro o almeno salire sul podio… ovviamente c’è qualche delusione. Sono sempre deluso se non vinco. Ma i sentimenti erano buoni a questo evento. Non posso lamentarmi.”

Da quando ha recuperato dopo la vittoria sulla maglia verde al Tour de France, si è comportato bene: secondo posto nella Hamburg Classic, vincitore del Bloway nella Brittany Classic e quarto venerdì in Quebec. Prima di avere una nuova grande opportunità domenica a Montreal.