Attualità EVIDENZA Salute

Vaccini: via libera del Senato, 171 si

via libera

Il decreto legge sui vaccini incassa il via libera del Senato con 171 si. 63 i no e 19 gli astenuti. Il provvedimento, in scadenza il 6 agosto, ora passa alla Camera.

Il decreto sull’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’iscrizione a scuola esce dal Senato con qualche modifica.

Resta l’obbligatorietà delle vaccinazioni, restano le sanzioni e si aggiunge un richiamo attivo nei confronti dei genitori. Le vaccinazioni obbligatorie passano da dodici a dieci, ma le due riguardanti la meningite diventano comunque fortemente raccomandate e prevedono una chiamata attiva nei confronti dei genitori.

Dieci, quindi, i vaccini obbligatori e quattro “ad offerta attiva e gratuita” per bambini e ragazzi tra zero e sedici anni che si iscriveranno a istituti e scuole di ogni ordine e grado, dal nido ai primi due anni delle superiori.

L’obbligo resta per: anti poliomielitica, anti difterica, anti tetanica, anti epatite B, anti pertosse, anti Haemophilus influenzae tipo b, anti morbillo, anti rosolia, anti-parotite, anti varicella. Le quattro vaccinazioni «ad offerta attiva e gratuita» sono: anti meningococco B e C, anti pneumococco e anti rotavirus.

Previsto, inoltre, l’avvio di un’Anagrafe nazionale, per registrerare i soggetti vaccinati e quelli da vaccinare, nonché dosi e tempi di somministrazione delle vaccinazioni e gli eventuali effetti indesiderati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi