Attualità Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno Salute

Vaccini a rilento, Giordano-Senatore: «Così finiamo tra due anni»

Sopralluogo degli esponenti di minoranza, questa mattina, a Santa Lucia. Ma il centro vaccini non era operativo.

Monta la polemica su tempi e modalità di somministrazione del vaccino a Cava de’ Tirreni. L’allarme arriva dai consiglieri di opposizione Raffaele Giordano (Siamo Cavesi) e Pasquale Senatore (Forza Italia).

«Il centro eroga prestazioni solo al pomeriggio con una media di 50 vaccini al giorno – ha spiegato Giordano –. Una situazione insostenibile, con questi numeri la campagna non è efficace. Gli ultra 80enni stanno ancora aspettando e addirittura si paventa la possibilità che debbano vaccinarsi fuori dal territorio comunale».

«Di questo passo – ha aggiunto Senatore – ci vorranno due anni e mezzo per somministrare i vaccini a tutta la popolazione cavese».

Dito puntato, in particolare, nei confronti delle carenze organizzative e logistiche dell’Amministrazione Comunale a cui i due consiglieri imputano l’inefficienza nel coordinamento con l’ASL per allestire una campagna celere.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi