Dicembre 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

UZÈS al Parlamento dei Link, in cammino verso la piena salute

Gruppo di lavoro sulla salute intera, durante il Parlamento dei Link, questo venerdì a Uzès (Foto: Thierry Allard/Obiettivo Gard)

La prima edizione del Parlamento delle Leghe si svolge questo fine settimana nell’Ombrière d’Uzès.

L’evento è stato avviato dalla casa editrice les Liens qui liberante, in collaborazione con l’Agenzia Comuna, in due fasi. La prima si è svolta venerdì pomeriggio con la prima ripresa dei lavori dall’inizio dell’anno da parte di ricercatori, attori locali, cittadini e associazioni. La seconda parte, sabato, vedrà tavole rotonde con illustri studiosi, intellettuali e scrittori.

Una nuova esperienza per il Pays d’Uzès. “Serve una prospettiva esterna”Fabrice Verder, capo delle comunità municipali di Uzis, conferma in apertura. Il prescelto non si aspetta niente di meno “Trovare soluzioni in un mondo che sta andando molto male”. Con un problema posto dal vicepresidente del consiglio distrettuale Berenguer Nogier: Come possiamo continuare a guardare al futuro? »

Il presidente del CCPu Fabrice Verdier, vice primo ministro di Berenguer Nougier e co-presidente di Links liberando Henri Trooper (Foto: Thierry Allard/Obiettivo Guard)

Programma ampio, quindi. Il Parlamento dei Collegamenti, la cui prima sessione si è svolta lo scorso anno al Centre Pompidou con una cinquantina di illustri ospiti, mira a vedere il mondo in modo diverso, attraverso l’interdipendenza. “Per noi, tutta la conoscenza, tutti i campi sono in transizione, ci stiamo spostando da una società separabile a una società di interdipendenza. Cambia tutto, crea un nuovo panorama di pensiero, un nuovo corpo politico”.chiede Henry Trobert, co-presidente di Bonds Editing con Sophie Marinopoulos.

Poiché tutto è connesso, tutti devono collaborare per trovare soluzioni. “Ma possiamo lavorare insieme solo se disponiamo di un processo e a condizione che sia basato su una documentazione accurata”., Aggiunge. Il caso del concetto di Whole Health, il cui lavoro ha aperto l’evento, illustra tutto questo.

Esempio di salute perfetta

Su questa questione, che include questioni sociali e ambientali nella salute, la ricercatrice Eloy Laurent ha lavorato con un gruppo di cittadini del Territorio. Accompagnato dal mutuo MNT e Harmonie, il gruppo ha elaborato un questionario rivolto ai residenti del territorio, al fine di ottenere un inventario sanitario del Pays d’Uzès. 650 persone hanno risposto o il 2% della popolazione, Campione accettato Per Eloi Laurent.

READ  'E' l'unico progetto in due anni': quello a cui Celine Dion ha accettato di collaborare nonostante i suoi problemi di salute

Apprendiamo da questo sondaggio che la maggior parte degli intervistati si considera in buona salute, “Un tesoro da preservare”, per Eloy Laurent, e che il virus non ha causato un grave shock alla salute di questi residenti. Sul tema dell’interdipendenza, il 95% degli intervistati ritiene che la salute dipenda dall’ambiente naturale, mentre il 55% non ritiene che dipenda anche dalla salute degli altri, nonostante la crisi sanitaria. “E’ una sfida, abbiamo del lavoro da fare”dice il ricercatore.

Gruppo di lavoro sulla salute intera, durante il Parlamento dei Link, questo venerdì a Uzès (Foto: Thierry Allard/Obiettivo Gard)

Troviamo inoltre che i mercati e i luoghi della cultura, come la mediateca e il cinema, sono importanti per la salute degli intervistati, così come lo sono gli uccelli nella materia animale. E quando viene chiesto come migliorare l’accesso alle cure, vengono elogiati i centri medici e i centri sanitari, ben prima della telemedicina. ‘Il reale prevale sul digitale’Commenti di Eloy Laurent.

Tanto per lo stock, necessario per avviare il processo. “È consigliabile estendere questa indagine attraverso il Whole Health Forum di gennaio 2023, un incontro collettivo, per farne uno strumento per proteggere questo stato di buona salute e che deve rimanere tale”., dice Eloy Laurent. Il lavoro è appena iniziato.

Thierry Allard

thierry.allard@objectifgard.com