Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una vittoria attesa e un record pari alla finale di “Ballando con le Stelle” | Televisione

Dopo più di dieci settimane di gare, è stato finalmente il duo formato da Billy Crawford – la star internazionale di questa versione – e Vov Otto a vincere la 12ᵉ stagione di “Ballando con le stelle”. Una vittoria alquanto prevedibile, la ballerina filippino-americana ci ha regalato nelle ultime settimane performance quasi perfette. “È un sogno per me”, ha detto il cantante dopo aver ricevuto il trofeo.

Al termine della taglia finale, trasmessa in diretta su TF1 venerdì, Billy Crawford e il partner Fauve Hautot hanno raccolto il 53,5% dei voti del pubblico, sconfiggendo la giovane Carla Lazzari che ha ballato con Pierre Maudoy. Stephane Leger, il terzo concorrente, è stato squalificato dalla giuria dopo il primo ballo. Quindi Billy Crawford è il più grande vincitore di questa stagione di 12 anni e mezzo di “Ballando con le stelle”. Da parte sua, Fauve Hautot firma la sua 4° vittoria nella famosa competizione di ballo, eguagliando così il record stabilito finora da Dennitsa Ekonomova, la principale assente di questa stagione.

La vittoria di Billy Crawford non è davvero sorprendente, perché il livello di ballo della star era già molto alto prima della competizione. Per alcuni utenti di Internet, l’artista è stato favorito fin dall’inizio del programma dalla sua esperienza. Ma la conclusione è chiara: per tutta la stagione Billy e Fove hanno sorvolato gli ascolti, impressionando un po’ di più la giuria ogni settimana. Insomma, il ballerino filippino-americano non gli ha rubato la vittoria.


Dopo questa dedica, Fauve Hautot ha voluto rendere omaggio al suo partner su Instagram. “Che serata, avventura, incontro. Caro Billy, che bei ricordi… bravo e grazie di tutto amico mio. Sai… grazie. È stata, ancora una volta, una bella esperienza. Viva il balla, Rigor. Con amore “, ha detto sul suo account Instagram.