Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una delle più grandi piattaforme IPTV smantellate

Sono finiti gli applausi per una delle reti IPTV più grandi d’Europa.

Le autorità italiane affermano di aver represso una massiccia rete IPTV. Il servizio ha servito 500.000 abbonati. In tutto, ci sono venti sospettati di aver violato la legge sul diritto d’autore.

Il processo ha anche consentito di identificare un amministratore di CyberGroup. È una delle più grandi reti IPTV in Europa.

indagine intensiva

Secondo una dichiarazione della Procura di Milano, mercoledì gli agenti della Guardia di Finanza hanno eseguito mandati di cattura in tutta Italia per smantellare una rete di pirateria IPTV molto grande.

Nel 2020 le autorità italiane hanno rivelato l’esistenza di Operation:Network, un’indagine su larga scala mirata alla fornitura e vendita di servizi IPTV piratati. I primi interventi sono avvenuti nel settembre 2020 e nel dicembre dello stesso anno. In un comunicato, le autorità hanno affermato di aver condotto perquisizioni in Toscana, Emilia-Romagna, Campania e Calabria.

Visione illegale e violazione del copyright

In totale, il processo battesimale ha portato alla chiusura di 500.000 conti in tutta Italia e alle perquisizioni nelle abitazioni di 20 persone. Questi sospetti sono indagati per violazione del copyright.

Le autorità italiane hanno definito la rete “sofisticata”. Quindi, funzionerà grazie a a Infrastrutture tecnologiche complesse Opera a livello nazionale per fornire canali illegali di pay-TV al pubblico a livello nazionale.

Secondo le stime di Fiamme Gialle, oltre 2 milioni di utenti italiani accedono illegalmente ai programmi TV di Sky, Dazn e Prime Video. Serie A e UEFA Champions League sono i due contenuti più piratati.

Fine del servizio di CyberGroup

L’operazione è riuscita ad arrestare l’amministratore della piattaforma denominato CyberGroup. Questo servizio è noto nel mondo dell’IPTV pirata per aver fornito accesso illegale allo streaming da altre piattaforme. Le autorità hanno individuato anche un’altra entità. Quest’ultimo è riuscito a spingere gli abbonamenti pirata a Sky TV.

READ  Gli americani perdono fiducia di fronte all'aumento dei prezzi

Gli utenti possono accedere a tutti i programmi da Netflix, Sky e Dazn. E sono dieci euro al mese.

Chiudi 500.000 account

Secondo una sentenza della Corte di Cassazione, l’uso illecito di IPTV può essere punito con una sanzione da circa 2.582 a 25.822 euro. Questo con un rischio aggiuntivo di reclusione che va da 6 mesi a 3 anni.

Nell’ambito di questo processo, al momento, l’unica sanzione sarà la contemporanea chiusura dei conti grazie allo smantellamento di Cybergroup.