Luglio 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un bambino di Elon Musk non vuole portare il nome di suo padre

Vivian, uno dei (molti) figli di Elon Musk, ha presentato una petizione a un tribunale di Los Angeles per cambiare il suo nome lo scorso aprile, giorni dopo il suo 18esimo compleanno, secondo il Los Angeles Times. La giovane donna non voleva più essere associata a suo padre.

La richiesta di cambio nome riguarda anche il suo nome. Xavier, una persona transgender, ora vorrebbe davvero chiamarsi Vivian. Nella sua petizione alla Corte Suprema della California nella contea di Los Angeles, ha affermato di non voler più essere associata al suo padre biologico “in alcun modo”. L’udienza è fissata per venerdì.

Vivian desidera usare il cognome di sua madre, la scrittrice canadese Justin Wilson, e quindi vuole chiamarsi “Vivien Gina Wilson”. La coppia, divorziata dal 2008, ha 6 figli: un bambino morto a dieci settimane, cinque maschi, gemelli (Vivien e Griffin) e terzine, che ora hanno 16 anni.

Non conosciamo i motivi esatti che hanno portato la giovane donna a prendere le distanze dal padre. In passato, quest’ultimo è stato più volte accusato di transfobia nei suoi tweet.


“Ci viene detto da un lato che le differenze di genere non esistono e dall’altro che i generi sono così diversi che la chirurgia irreversibile è l’unica opzione. Forse qualcuno più saggio di me può spiegare questa dicotomia”, ha scritto l’11 giugno.

READ  "Presume: non viene vaccinato, ha la sua responsabilità politica", ha detto il caporedattore del quotidiano mariano sulla morte di Grishka Bogdanov.

In un altro tweet del 2020, il boss di Tesla ha affermato di sostenere le persone transgender, ma ha comunque considerato “tutte le sue coscienze” (lui/lei) un “incubo estetico”.


Leggi anche

I dipendenti di SpaceX sono stati licenziati per aver scritto una lettera aperta in cui criticava Elon Musk

Elon Musk rimane poco chiaro sulle sue intenzioni con i dipendenti di Twitter