fbpx
Ambiente Attualità EVIDENZA

Ue, divieto plastica monouso, Legambiente: “Soddisfatti, però serve un cambio drastico”

plastica

Il Parlamento europeo ed il Consiglio dell’Ue hanno raggiunto un accordo sulla riduzione dei prodotti monouso in plastica. Legambiente Cava: ”Siamo soddisfatti, ma serve un cambio drastico nello stile di vita”

Habemus accordo (anche se non ancora definitivo) sulla riduzione dei prodotti monouso in plastica. La buona notizia arriva direttamente da Bruxelles, dove il Parlamento europeo ed il Consiglio dell’Unione europea si sono accordati sulla riduzione delle plastiche monouso. Un risultato che rientra nella Plastic Strategy approvate a fine ottobre 2018 che tende a proiettare l’Ue verso obiettivi ecosostenibili.

Purtroppo il nostro Pianeta versa in condizioni disastrose, e la colpa è di tutti. Da troppo tempo i rifiuti in plastica hanno invaso le nostre spiagge, i nostri fondali marini ed i loro “abitanti”.

Legambiente Cava è soddisfatta di questo primo passo fatto dall’Ue, tuttavia serve un cambio nello stile di vita. Il Presidente Attilio Palumbo: “Apprendiamo con soddisfazione l’accordo tra il Parlamento europeo ed il  Consiglio dell’Ue, ma non possiamo attendere neanche un giorno in più. E’ necessario che i consumatori e le attività commerciali cambino i propri stili di consumo e di vendita sin da subito. Per questo abbiamo fortemente voluto che Cava de’ Tirreni, una città che ogni fine settimana ospita migliaia di giovani provenienti da tutta la Regione per consumare ai bar e andare ai ristoranti, diventasse un esempio virtuoso su questi temi. Questo Natale, in accordo con l’Amministrazione comunale, abbiamo lanciato l’iniziativa “Movida Pulita” che ha visto l’adesione di 10 dei maggiori locali della città. Ciascuno di loro organizzerà, durante il periodo natalizio, una Green Night, ovvero, una serata Plastic free, dove il monouso sarà solo biodegradabile, le cannucce fatte di pasta o commestibili e si sensibilizzeranno i clienti alla corretta differenziazione dei materiali. Con il locale Mademoiselle Charlotte siamo andati anche oltre, avviando un progetto di riconversione ecologica permanente che punterà a ridurre al minimo gli impatti ambientali di questa attività commerciale“.

Insomma, l’Europa (e Cava de’ Tirreni nel suo piccolo) ha messo in atto delle scelte che rispettano l’ambiente in maniera intelligente. Un segnale forte, questo, per combattere l’inquinamento della plastica.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV

ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+