Ambiente Campania Curiosità EVIDENZA Salerno Volontariato

Ubuntu, a Mercato S. Severino un gruppo di volontari a tutela del territorio

A Mercato San Severino nasce un gruppo informale di volontari impegnato nella cura del territorio e dei rapporti comunitari

Ubuntu. Dieci cittadini. Pettorine verdi e logo arancione. Sono un gruppo informale di volontari di Mercato San Severino impegnati nella cura del verde e del territorio. I loro attrezzi sono rastrelli, scope, palette e sacchi della spazzatura.

L’obiettivo è aiutare la cittadinanza a tenere il Comune in ordine e pulito.

Prima uscita senza foto e dirette video domenica scorsa, 21 luglio, alle ore 8.00. Poche auto sulle arterie stradale e i ragazzi di Ubuntu chini a ripulire un pezzo di aiuola tra via Solofrana e via Aldo Moro.

A raccontarci l’esperienza Nicola e Grazia, componenti del gruppo.

Allora ragazzi come vi è venuto in mente di mettervi a raccogliere rifiuti in una delle domeniche più calde dell’anno?
Nicola: “Il Comune di Mercato San Severino è formato da ventiduemila abitanti ed è composto da 21 frazioni, l’attuale azienda privata impegnata nella cura del verde non riesce a tenere pulita tutta la città, abbiamo deciso di fare la nostra parte come cittadini.”

Vuol dire che non lo fanno bene?
Nicola: “Vuole dire che non riescono a coprire il fabbisogno del territorio. Abbiamo voluto contribuire dandogli una mano, ripulendo quella piccola area. Ci siamo accorti che passiamo molto tempo a lamentarci sui social. La nostra è una risposta concreta di supporto, una sorta di flash mob ambientale.

Domenica è stata la vostra prima uscita?
Grazia: “Sì. Eravamo intenzionati ad occuparci di un’altra are della città, ma poi per paura di svegliare l’intera cittadinanza, ci siamo spostati in questa area.”

Cosa avete raccolto o meglio trovato?
Grazia: “Abbiamo raccolto 14 sacchi di spazzatura tra erbacce e rifiuti, consegnandoli nell’immediato all’azienda che si occupa della pulizia del verde. Tra i rifiuti abbiamo trovato stampelle in plastica, imballaggi di vestiario e tantissime bottiglie di vetro con il caffè all’interno. In pratica i rifiuti generati durante il mercato del sabato.”

Qualcuno vi ha ringraziato per lo splendido lavoro?
Grazia: “Sì, qualche amministratore ci ha chiamato per chiedere maggiori dettagli, mentre il proprietario della pizzeria adiacente all’aiuola ci ha ringraziato con un post sui social.”

Le vostre intenzioni future? Prossimi posti da risistemare?
Nicola: “Vogliamo potenziare il senso civico dei cittadini chiedendo una partecipazione concreta alla cura del verde e del territorio, e allo stesso tempo, migliorare i rapporti interpersonali tra cittadini. Va bene segnalare sui gruppi social disservizi e lamentele, ma poi bisogna fare qualcosa. Soprattutto incontrarsi e conoscersi superando le tastiere dei pc e dei cellulari.”

Quindi più cittadinanza attiva?
Grazia: “Più attenzione e cura del proprio territorio. Se questa è la mia città, il primo a curarla devo essere io. Il nostro gruppo è aperto a tutti i cittadini che vogliono iniziare questa avventura. Fatevi avanti. “

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi