fbpx
Arte Attualità Cultura e Spettacolo EVIDENZA

Salone del Turismo culturale, record di presenze nello stand della Sardegna

La Sardegna si scopre all’improvviso una terra che non è legata solo alle sue bellezze naturalistiche e paesaggistiche.

Le spiagge da sogno e il mare cristallino rimangono un patrimonio conosciuto e apprezzato in tutta Italia e all’estero, ma il settore del turismo sta facendo leva, negli ultimi anni, su altre peculiarità dell’isola per cercare di ampliare il suo bacino di visitatori.

Ecco che tra le tante caratteristiche interessanti che l’isola offre, c’è anche la cultura, spesso sottovalutata, ma che mette in risalto la storia e la tradizione di questa popolazione e terra. A testimoniare la crescita del turismo culturale in Sardegna ci sono i numeri registrati dal salone internazionale TourismA 2019, appena concluso a Firenze, che ha visto ben 13 mila visitatori transitare nello stand sardo.

L’evento, che si è tenuto presso il Palazzo dei Congressi, ha visto la Regione Sardegna avere a disposizione uno stand di 120 metri quadri, allestito alla perfezione, e in grado di raccogliere consensi sia dal pubblico sia dai media.

Un’occasione per mettere in mostra lo straordinario patrimonio culturale dell’isola, un elemento che va ad aggiungersi a quelli più noti riguardanti l’ambiente, la naturalità, l’enogastronomia e le tradizioni. Lo stand è riuscito nell’obiettivo di diffondere una consapevole voglia nei visitatori di recarsi negli splendidi territori sardi.

Un viaggio di oltre diecimila anni, passato dalla preistoria fino al medioevo, che ha saputo incuriosire i tantissimi visitatori che hanno partecipato attivamente alla fiera e a tutti gli eventi in calendario.

Una meta ancora più vicina grazie ai tanti traghetti per la Sardegna disponibili ogni giorno dell’anno, anche al di fuori dell’alta stagione, offerti da Moby, azienda leader nel trasporto via mare, in grado di garantire un elevato confort di viaggio e tratte veloci con scalo nei porti di Olbia, Santa Teresa di Gallura, Porto Torres, Arbatax e Cagliari.

Tornando allo stand sardo nell’evento TourismA 2019, sono stati diversi i personaggi illustri che hanno fatto visita allo spazio della Sardegna: Alberto Angela, Vittorio Sgarbi e Philippe Daverio sono solo alcuni dei nomi citati.

Presenti anche noti studiosi e archeologici quali: Andrea Carandini, il Direttore degli Uffizi Eike Schmidt e lo scrittore storico Valerio Massimo Manfredi. Una tre giorni di convegni e dibattiti e incontri che hanno confermato di essere uno degli avvenimenti più importanti di questo settore, che registra dati sempre più in crescita.

La presenza della Regione Sardegna era in veste di ospite d’onore, ed è la prima volta che una regione italiana è scelta per questo spazio.

Il successo ottenuto dalla cultura sarda in questa fiera testimonia come la regione debba smarcarsi dal turismo di massa che sempre la contraddistingue. Una risorsa da sfruttare per rendere l’isola una terra di visita anche al di fuori dei periodi centrali estivi, per dieci mesi all’anno, sfruttando le peculiarità culturali presenti nell’isola che aspettano solo di essere rivalutate.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi