Novembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Tsunami nella Chiesa’: un cardinale al centro di un nuovo caso di violenza sessuale

‘Tsunami’ nella Chiesa: l’episcopato ha rivelato lunedì che 11 ex vescovi hanno affrontato giustizia civile o ecclesiastica per violenza sessuale o “mancata condanna” e ha rivelato il “comportamento riprovevole” dell’ex arcivescovo di Bordeaux, il cardinale Ricard.

Con stupore di tutti, il presidente della Conferenza episcopale francese Eric de Moulin Beaufort, che ha tenuto una conferenza stampa sul tema degli abusi sessuali e della sua amministrazione alla vigilia della chiusura dell’Assemblea generale del Centro a Lourdes, ha letto un messaggio inviato dal cardinale Jean-Pierre Ricard.

Scrive il cardinale: “35 anni fa, quando ero sacerdote in parrocchia, mi sono comportato in modo riprovevole con una ragazza di 14 anni. Il mio comportamento ha necessariamente causato conseguenze gravi e durature per questa persona”.



<p> L’arcivescovo di Reims e presidente della Conferenza episcopale francese, monsignor Eric de Moulin Beaufort, il 7 novembre 2022 a Lourdes </ p>” width=”768″ height=”512″ loading=”lazy” src=”data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAAAMAAAACCAYAAACddGYaAAAAAC0lEQVQI12NgwAUAABoAASRETuUAAAAAASUVORK5CYIIpZ=”www.kNIq5CYIIZZ” https://www.sci-vb.org 768×512/filters:focal (379×261:389×251)/cloudfront-eu-central-1.images.arcpublishing.com/ipmgroup/VQIRDHOT4NANVM7BNOR3XXMP5Y.jpg 768w” dimensioni=” (-webkit-min-device-pixel-ratio: 2) 50vw , (risoluzione minima : 192dpi) 50vw, (risoluzione minima: 2dppx) 50vw, (-webkit-min-rapporto-pixel-device: 3) 33.33vw, (risoluzione minima: 288dpi) 33.33vw, (risoluzione minima: 3dppx) 33.33vw , (larghezza massima: 480px) 480px, (larghezza massima: 768px) 768px, (larghezza minima: 769px) 1200px, 100vw “/></div>
</div>
</figure>
</div>
<p class=Ha aggiunto: “Ho deciso di mettermi a disposizione della giustizia, sia in termini di società che di chiesa”, sostenendo di aver chiesto il “perdono” per questa vittima, secondo quanto affermato nelle sue dichiarazioni.

Questo riconoscimento del cardinale Ricard, 78 anni, vescovo di Coutance, Montpellier e poi Bordeaux dal 2001 al 2019, ritiratosi nell’ottobre 2019, è stato accolto come una “scossa” dai 120 vescovi riuniti a Marianne da giovedì, il presidente CEF. Monsignor Ricard, già presidente della CEF, è cardinale dal 2006.

Il presidente del CEF ha anche dettagliato i casi di altri vescovi che hanno dovuto fare i conti con la giustizia.

Ha annunciato che “oggi sono sei i casi di vescovi (ex e redattore) coinvolti davanti alla giustizia nel nostro Paese o davanti alla magistratura ecclesiastica”, sottolineando che questi casi sono “noti” alla stampa. Tuttavia, il centro ha poi dichiarato alla stampa che uno di loro era “morto” da allora, spiegando che era stato Pierre Pecan a morire nel 2018, ed è stato condannato a non denunciare.



<p> Il cardinale Jean-Pierre Ricard il 23 marzo 2006 in Vaticano </ p>” width=”768″ height=”569″ loading=”lazy” src=”data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAAAMAAAACCAYAAACddGYaAAAAAC0lEQVQI12NgwAUAABoAASRETuUAAAAAASSUVORK5CYIIZ=”https://www.js.x.sg.sg.sg.g. filtri: focal(379×289.5:389×279.5)/cloudfront-eu-central-1.images.arcpublishing.com/ipmgroup/AFWEZDCFTRDGJBOZDRUPH5WKXQ.jpg 768w” dimensioni=” (-webkit-min-device-pixel-ratio: 2 ) 50vw , (risoluzione minima: 192 dpi) 50 vw, (risoluzione minima: 2 dppx) 50 vw, (rapporto pixel-webkit-min-device: 3) 33,33 vw, (risoluzione minima: 288 dpi) 33,33 vw, (risoluzione minima : 3dppx) 33.33vw, (larghezza massima: 480px) 480px, (larghezza massima: 768px) 768px, (larghezza minima: 769px) 1200px, 100vw “/></div>
</div>
</figure>
</div>
<p class=«Ora il vescovo Ricard», disse. Così come l’arcivescovo Michel Santier, punito dalle autorità vaticane nel 2021 per “abuso spirituale che ha portato all’intercettazione di due uomini adulti” e la stampa ha rivelato la sua condanna a metà ottobre.

Due vescovi in ​​pensione sono “oggi indagati dal giudice del nostro Paese dopo le segnalazioni presentate da un vescovo e un procedimento giudiziario”.

L’arcivescovo di Reims ha aggiunto che l’ultimo numero “è oggetto di una relazione della Procura, alla quale non è stata ancora presentata risposta, e che ha ricevuto misure restrittive dalla Santa Sede dal suo ministero”.

In totale sono dieci gli ex vescovi preoccupati: “otto sono attualmente implicati nella commissione degli abusi, tra cui mons. Ricard e Santier”. Due di loro sono “coinvolti nella non divulgazione”, secondo il centro. Uno è stato condannato nel 2018 – si tratta di Andre Forte, che ha ricevuto una sospensione della pena di otto mesi – e l’altro, il cardinale Philippe Barbarin, è stato rilasciato nel 2020.

‘Sentirsi traditi’

Nel caso stesso di Santiers, il cui silenzio sulla punizione ha scioccato i cattolici, il vescovo de Moulin Beaufort ha ammesso di essere stato “informato del suo status” di “presidente della Conferenza episcopale”, ma ha chiarito che il Centro non era “un partito alla procedura”.

Ha anche riconosciuto che nel “novembre 2021, durante l'”assemblea autunnale dell’episcopato”, ha informato i vescovi “che erano stati presi provvedimenti disciplinari nei confronti di mons. Santier, ma senza dare alcuna indicazione dei fatti. (…) erano impegnato”.

Ha ammesso, “rileggendo questa storia”, che “gravi carenze e squilibri a tutti i livelli”.

“E’ un nuovo tsunami. Non pensavamo che così tanti vescovi potessero essere colpiti”, ha risposto Mary Jo Tell, professoressa di etica alla Facoltà di Teologia di Strasburgo, a La Croix, che sarà pubblicata martedì.

Da parte sua, Veronique Margeronne, presidente del Congresso delle religioni in Francia, ha raccontato alla rivista La Vie di “un forte sentimento (…) di tradimento”.



<p> Il cardinale Jean-Pierre Ricard il 28 febbraio 2013 in Vaticano </ p>” width=”512″ height=”768″ loading=”lazy” src=”data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAAAMAAAACCAYAAACddGYaAAAAC0lEQVQI12NgwAUAABoAASRETuUAAAAAASUVORK5CIYazMyzrec6HsgYaAAAAC0lEQVQI12NgwAUAAAAAASUVORK5CIYazMyzc6H filters:focal(251×389:261×379)/cloudfront-eu-central-1.images.arcpublishing.com /ipmgroup/Q556UZNYPRFI5F74QUNNDC2ILQ.jpg 512w” dimensioni=” (-webkit-min-device-pixel-ratio: 2) 50vw, (risoluzione minima: 192dpi) 50vw, (risoluzione minima: 2dppx) 50vw, (-webkit-min -device-pixel-ratio: 3) 33.33vw, (risoluzione minima: 288dpi) 33.33vw, (risoluzione minima: 3dppx) 33.33vw, (larghezza massima: 480px) 480px, (larghezza massima: 768px) 768px, (larghezza minima: 769px) 1200px, 100vw “/></div>
</div>
</figure>
</div>
<p class=Olivier Savignac, a nome del gruppo Parler Victims and Revival, si è detto “scioccato dalla rivelazione”. “Ci sono tante cose nascoste,” chiese, “quante ne usciranno?” “La chiesa interagisce solo una volta ai piedi del muro”, ha chiesto all’AFP.

“È molto angosciante sentire questo”, ha aggiunto Alex Hoon, di Faithful Ager per Notre Eglise, in attesa di “annunci chiari” martedì, a conclusione dell’Assemblea dei Lord.

In un comunicato stampa, l’arcivescovo di Bordeaux Jean-Paul James ha fatto eco alle rivelazioni del cardinale Ricard, esprimendo la sua “profonda simpatia per la vittima in questione”. L’arcidiocesi di Marsiglia ha preso atto “con dolore e angoscia dei fatti di cui sopra”.

Ciò avviene poco più di un anno dopo la pubblicazione di uno scioccante rapporto della Commissione Sauvé sulla prevalenza dell’educazione dei figli nella Chiesa francese dal 1950.

READ  Donna muore durante il volo nel Regno Unito mentre la famiglia osserva