Attualità EVIDENZA

Troppo caldo: dimezzata la produzione di miele made in Italy

Troppo caldo

Le api sono da sempre considerate un indicatore dello stato di salute della natura. Per Albert Einstein, “Se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita” e il 2017 non è stata un’annata favorevole né per i preziosi insetti, né per la loro produzione di miele.

Il clima impazzito di quest’anno è stato di certo per le api poco favorevole. Il ritorno di freddo in primavera, le gelate inattese, hanno costretto le api a rimanere nelle arnie.

Poi il caldo afoso e le temperature fuori dalla norma di queste ultime settimane le ha stremate e hanno smesso di volare. Di conseguenza e non svolgono più, o comunque non in maniera sufficiente, il prezioso lavoro di trasporto del polline, mettendo a rischio la produzione di miele. Per non contare gli incendi che hanno fatto strage di decine di milioni di api.

Risultato, la produzione di miele made in Italy è più che dimezzata rispetto alla media, per un totale quest’anno attorno alle 10mila tonnellate.

E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che si tratta di uno dei risultati peggiori della storia dell’apicoltura moderna da almeno 35 anni. La preoccupazione riguarda anche il fatto – precisa Coldiretti – che il lavoro delle api è importante non solo per la produzione del miele ma anche per l’impollinazione delle piante.

Il clima anomalo – spiega la Coldiretti – ha colpito i diversi tipi di mieli in pianura mentre si è salvato solo il raro miele di montagna. L’andamento produttivo di quest’anno fa peraltro seguito al raccolto già scarso dello scorso anno in cui era sceso ad appena 16mila tonnellate.

Il crollo dei raccolti nazionali apre le porte alle importazioni di miele di minore qualità con gli arrivi dall’estero che hanno già raggiunto oltre 7000 tonnellate nei primi quattro mesi del 2017, secondo l’analisi Coldiretti su dati Istat. E se il trend sarà confermato sugli scaffali due barattoli su tre saranno stranieri. Spesso proveniente da Paesi che effettuano pochi controlli e restrizioni in tema di sicurezza alimentare.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi