Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA Salerno

Tregua dalle fiamme per le montagne di Cava de’ Tirreni, si attende dalla Prefetto l’ok per il vertice sugli incendi

rabbia

Ieri mattina il sindaco Vincenzo Servalli ha avuto modo di incontrare il prefetto Salvatore Malfi nell’ambito del vertice anti-terrorismo tenutosi a Salerno su input del ministro dell’interno, Marco Minniti, che – alla luce degli ultimi episodi terroristici – ha chiesto alle prefetture di tutta Italia di alzare le difese.

Stando a quanto fatto sapere il primo cittadino metelliano non ha avuto la possibilità di approfondire con Malfi la questione riguardante gli incendi ma sembrerebbe che entro domani il Prefetto chiamerà nuovamente a raccolta i sindaci della provincia di Salerno per discutere dell’emergenza che sta attanagliando il territorio. Al momento mancherebbe solo la convocazione ufficiale.

Intanto, dopo oltre dieci giorni di inferno, nella giornata di ieri la situazione roghi a Cava de’ Tirreni si è decisamente ridimensionata nonostante la presenza di altri focolai circoscritti e tenuti sotto controllo in zona Badia e Corpo di Cava, difficilmente raggiungibili via terra e per lo spegnimento dei quali ha operato un canadair, temporaneamente richiamato nel pomeriggio per intervenire in zona Tramonti, e poi ritornato a Cava.

Il vicesindaco Nunzio Senatore – che da giorni segue da vicino l’evoluzione dei roghi – ha assicurano, ad ogni modo, che la situazione è sotto controllo e decisamente migliorata rispetto ai giorni precedenti. Tuttavia l’attenzione nei confronti di quei piccoli focolai che ancora persistono resta alta considerate anche le condizioni del vento e della siccità della zona.

A livello istituzionale, poi, le forze politiche locali – dopo la riunione fiume dei capigruppo tenutasi venerdì pomeriggio fino a tarda sera – hanno sottoscritto un documento comune nel quale hanno condiviso la denuncia già fatta dal sindaco Servalli “sulle deficienze manifestate dai livelli istituzionali superiori (regionale e nazionale) nell’affrontare la gravissima situazione degli incendi sul territorio di Cava de’ Tirreni e nell’intervenire in maniera non adeguata a sostegno dei sindaci di tutte le zone interessate”.

I capigruppo, inoltre, hanno chiesto al sindaco e al presidente Lorena Iuliano di convocare non solo un consiglio monotematico sull’argomento ma anche un tavolo tecnico, che unitamente agli altri organismi preposti, possa contribuire alla migliore definizione di una serie di azioni da avviare nel breve periodo per un’adeguata tutela del territorio e della popolazione.

A margine dell’incontro, poi, il sindaco Servalli ha confermato l’intenzione di organizzare per la prossima settimana un incontro dei sindaci del territorio per avviare le procedure per la richiesta di dichiarazione di calamità naturale.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi