Europa e Mondo

Trattato di Marrakech, il Consiglio dell’Unione europea autorizza la ratifica

Trattato di Marrakech. (Giugno 2013). WIPO Delegates Adopt Marrakesh Treaty for the Visually Impaired

Trattato di Marrakech sull’accesso alle opere pubblicate per le persone non vedenti e con disabilità visive: il Consiglio ne autorizza la ratifica.

Bruxelles. Il Consiglio ha adottato una decisione con cui approva la conclusione del trattato di Marrakech volto a facilitare l’accesso alle opere pubblicate per le persone non vedenti, con disabilità visive o con altre difficoltà nella lettura di testi a stampa. “La decisione odierna consente all’UE di ratificare il trattato di Marrakech a partire dalla prossima estate. Il trattato è di enorme importanza per l’UE in quanto ci aiuta a superare gli ostacoli discriminatori all’accesso ai materiali culturali da parte delle persone con disabilità.” Boil Banov, ministro bulgaro della cultura

Il trattato di Marrakech stabilisce una serie di norme internazionali che garantiscono la presenza di limitazioni o eccezioni alle norme in materia di diritto d’autore a beneficio delle persone non vedenti, con disabilità visive o con altre difficoltà nella lettura di testi a stampa.

Il Trattato onsente inoltre lo scambio transfrontaliero di copie di opere pubblicate realizzate in formato accessibile. Le persone non vedenti, con disabilità visive o con altre difficoltà nella lettura di testi a stampa continuano a incontrare numerosi ostacoli nell’accesso ai libri e ad altro materiale stampato. La necessità di rendere disponibile un maggior numero di opere e altro materiale protetto in formati accessibili quali il braille, gli audiolibri e la stampa a grandi caratteri è stata riconosciuta a livello internazionale.

Il 13 settembre 2017 il Consiglio ha adottato la legislazione attuativa per introdurre nel diritto dell’UE la nuova eccezione obbligatoria alle norme sul diritto d’autore, in linea con il trattato di Marrakech.

Ciò consentirà ai beneficiari e alle organizzazioni di realizzare copie delle opere in formati accessibili e di diffonderle in tutta l’UE e nei paesi terzi che sono parti contraenti del trattato. Il trattato, che fa parte del corpus di trattati in materia di diritto d’autore gestito dall’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI), è entrato in vigore il 30 settembre 2016 e ha una dimensione culturale, umanitaria e di sviluppo sociale.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi