fbpx
Agro Nocerino Attualità Campania EVIDENZA Politica Salerno Salute video

Torquato: “L’Umberto I non è DEA da secondo livello

Animi accesi stamane all’Umberto I di Nocera Inferiore. Il sindaco Torquato in piena polemica con Regione e Governatore.

“Parliamo di Sapri, Sarno ma non contiamo i 70mila accessi del nosocomio nocerino” Si potrebbe sintetizzare così l’amarezza del primo cittadino di Nocera Inferiore Manlio Torquato che, a valle del discorso tenuto dal Governatore de Luca nella vicina Nocera Superione, oggi ha manifestato il suo disappunto.

Nocera Inferiore. Nell’aula Colella dell’ospedale Umberto I si è parlato di DEA, della sua importanza e delle sue qualità. Nello specifico, alla luce del dibattito politico che sta tenendo banco nella comunità dell’Agro nocerino, si è soffermati sulla posizione di un DEA di 2° livello. Un convengo, quello di questa mattina, invocato e preposto dalle sigle sindacali dei medici aziendali, e non convocato alla luce delle dichiarazioni del Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sulla questione DEA per l’Umberto I, a margine della conferenza dello scorso lunedì, ( tema le importanti novità in tema di viabilità per il territorio dell’Agro).

“Con un piano ospedaliero del 2016 in questo comprensorio – dichiara il direttore sanitario Alfonso Giordano – fu fatto un primo sguardo attento da parte del legislatore perché per la prima volta i tre ospedali dell’Agro venivano accorpati e differenziati nelle funzioni in modo tale che a un territorio così vasto e popoloso venissero esercitare una serie di specializzazioni. Questo però ha portato a caratteristiche di un DEA che non sono di primo livello ma di un DEA possiamo dire potenziato. La diatriba sorta è servita perché ha riacceso il dibattito sull’agro nocerino ma ci ha portato in una situazione di poter discutere con maggiore peso con le istituzioni e ha consentito di migliorare le cose che stiamo portando. Il problema, però, è avere quelle risorse che mancano per sfortunati eventi. Risorse soprattutto di personale. Quello che conta non è l’etichetta – come vengono definite le stellette al merito con DEA 2° livello – ma è quello che stiamo facendo e che continuiamo a fare e allargheremo aumentando le nostre prestazioni. Se l’incremento, il potenziamento di personale e di strutture va in porto, ben venga. E’ comunque un risultato positivo.

Presenti anche i sindaci di Nocera Superiore e Pagani che nella giornata di ieri hanno preso parte ad un incontro a Napoli.

“Oggi si esce con dato che rincuora – esordisce il sindaco di Nocera Superiore Giovanni Maria Cuofano -. Ieri nelle stanze della regione, la nostra preoccupazione era comprendere cosa dovevamo garantire ai cittadini dei nostri territori, non in termini di titoli ma in termini sostanziali ed efficaci. Credo che ieri sia stato raggiunto un importante accordo che però non ci soddisferà mai perché la partita vera sarà sempre quella di poter raggiungere le condizioni per un DEA di secondo livello e su questo dovremmo batterci come territorio, ragionando in maniera comprensoriali. Però credo che sia importate che si conservino dei reparti. Abbiamo appreso ieri addirittura la possibilità che questi reparti venissero chiusi per eccedenza. Questo è importante che i reparti vengano mantenuti, potenziati e resi ancora efficienti. Ci saranno ulteriori assunzioni e strumenti che andranno a garantire un ulteriore miglioramento dei servizi erogati che vanno a concretizzare gli sforzi garantiti per il territorio”.

“Non mi aspettate repliche su balle. Non credo che sia questo l’argomento”. Dai toni pacati, iniziali, per poi essere decisi. In questo modo esordisce il sindaco di Nocera Inferiore Manlio Torquato

“Io credo – continua Torquato – che sia invece necessario fare squadra, ma tenendo conto di una realtà complessiva. È una battaglia di altissimo valore che è la salute e la vita. Ma è una battaglia fondamentale per il nostro territorio. Noi abbiamo una grande opportunità – e qui che si scalda il ritmo – che si scontra di fronte a un’assenza di una rappresentanza politica territoriale dell’agro nocerino nei luoghi in cui deve esserci. Voglio solo ricordare a De Luca che lo scorso settembre in visita qui all’ospedale di Nocera, diceva che meritava il DEA di secondo livello, cosa da fare assolutamente. Vogliamo parlare di demografia? Accessi al pronto soccorso? Vogliamo parlare dei rispetti della legge? Perché Vallo della Lucania e Sapri sono Dea di primo livello? Questa è una battaglia per la tutela dell’Agro nocerino. Facciamo qualcosa per la decima area metropolitano del Paese”.

Franco Picarone, Presidente commissione Bilancio regione Campania, tende a mettere in evidenza gli sforzi messi in atto anche in una palese difficoltà. “Le battaglie del e per il territorio – esordisce Picarone – giusto che vengano portate avanti dai sindaci ma l’ente Regione deve provvedere per tutto il territorio regionale. Rimediare al piano ospedaliero, che difatti portava una sanità quasi allo sfascio. Le strutture ospedaliere dell’Agro potenziate con un DEA di primo livello avanzato, grazie all’istituzione e potenziamento di diversi reparti. Solo grazie all’approvazione del piano ospedaliero regionale si è potuto lavorare al raggiungimento di risultati. Quello che deve essere chiaro ed è cosa più importante, per me, il cittadino sia portato nella struttura più appropriata”.

“Ieri le notizie che abbiamo avuto sono notizie che ci auguravamo – dice invece il sindaco di Pagani Salvatore Bottone -. Abbiamo però dei reparti che non possono mettere in pieno regime le loro capacità per carenza di forza e personale. Credo che la prima risposta serie e quella di fare in modo che il personale programmato per le assunzioni venga concretizzato. Per quanto riguarda le progettazioni resto ancora basito perché tranne qualche piccolo segnale – in riferimento all’ospedale Andrea Tortora – le cose concrete non sono state ancora realizzate. Creare sinergia tra le varie strutture ospedaliere presenti sul territorio per operare al meglio. Le stellette piacciono però piace anche la concretezza. Personale, qualità del servizio e strutture efficienti. Queste le prerogative da garantire ai nostri cittadini”.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

laRed TV

ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi