Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno video

TARI aumentata del 5%. Smentito “l’errore” nel calcolo

Cava de’ Tirreni. L’aumento della TARI non è dovuto ad un errore, ma bensì ad un innalzamento dei costi di trasferimento e stoccaggio. Chiarimenti da Palazzo di Città.

Nel corso della conferenza stampa di questa mattina, il Sindaco cavese Vincenzo Servalli così come l’assessore Adolfo Salsano lo hanno ribadito più volte, non risparmiando qualche frecciatina alla stampa che, a loro dire, “scrive e non si informa”.

Fatto sta che, stampa o meno, la conferenza stampa è servita a qualche cittadino per essere presente ed ascoltare esattamente le parole degli Amministratori. Non sono mancati anche dei momenti di nervosismo con un botta e risposta tra Servalli ed un cittadino evidentemente innervosito dall’importo della bolletta che si è visto recapitare.

Tre i punti che hanno orientato il Primo cittadino:

  1. l’aumento è dovuto ai nuovi contratti stipulati per lo stoccaggio dei rifiuti;
  2. il trasferimento delle competenze dal Consorzio di Bacino alla Metellia avrà i suoi benefici nel breve/medio termine;
  3. il limite annuale per la premialità dovuta a chi conferisce all’Isola Ecologica.

Una conferenza stampa che quindi avrebbe chiarito le motivazioni sull’aumento. Certo è che l’imposta sui rifiuti urbani è lievitata del 5% e su questo punto, più volte, il Sindaco Vincenzo Servalli in persona si è detto dispiaciuto, scusandosi, attraverso la stampa, con i cittadini.

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi