Campania Politica Regione Campania Salerno

Tagli all’ospedale Castiglione di Ravello. Depotenziato il reparto di Cardiologia

Castiglione

Tagli alla sanità: il presidio ospedaliero Castiglione di Ravello subisce un ulteriore de-potenziamento. Dura posizione di De Lucia e Gambino.

La notizia della proposta di soppressione temporanea, al presidio ospedaliero Costa d’Amalfi – Castiglione di Ravello, della copertura notturna della cardiologia ha destato malumori e non poche polemiche. Solo un anno fa, mediante il nuovo piano ospedaliero regionale,  il Castiglione di Ravello, annesso all’azienda ospedaliera Ruggi di Salerno, veniva potenziato con 20 posti letto, essendo quella della Costiera Amalfitana una zona disagiata. Sembra che la musica sia cambiata.

Dopo il de-potenziamento iniziato due anni fa con la soppressione della chirurgia H24, ora a pagarne le spese potrebb’essere il reparto di cardiologia, i cui servizi notturni non saranno più erogati. Per più di dodici ore l’utenza cittadina non potrà usufruire del servizio in casi d’emergenza e tale disagio non creerà pochi problemi in vista della stagione estiva, quando l’intera Costa d’Amalfi sarà invasa dai turisti.

Il primo a esprimere, a tale scelta, disagio e incredulità, attraverso i social,  il Primo cittadino di Positano Michele De Lucia. «Una scelta incredibile e scellerata per un presidio di così vitale importanza, unico punto di soccorso per tutto il bacino della Costa D’Amalfi, così rinomata in tutto il mondo e fiore all’occhiello dell’Italia, che di certo non può permettersi, con l’estate ormai alle porte, di avere un presidio sanitario che funziona a metà. Ci troviamo ancora una volta negato il diritto alla salute, sia per i nostri cittadini, e sia per nostri ospiti. Chiediamo subito al Governatore della Campania di sbloccare ed utilizzare le risorse a disposizione, per scongiurare l’ennesima chiusura di reparti essenziali e far si che cittadini e ospiti, possano essere assistiti al meglio. Di certo, il pronto soccorso di Castiglione di Ravello non può essere ancora depotenziato, a scapito di tutti noi cittadini della costiera».

Esprime disaccordo alla manovra, attuata dal Governatore De Luca, anche il presidente del gruppo consiliare regionale Fratelli d’Italia,  Alberico Gambino«Il Gruppo Consiliare Regionale FDI invita il governatore De Luca ad abbandonare la strada propagandistica, in cui eccelle anche grazie allo stanziamento di milioni di euro dei cittadini campani per la propaganda politica propria e del PD, per calarsi nella realtà disastrosa che i cittadini sono costretti a vivere quotidianamente ed i cui problemi si aggravano giorno per giorno».

Continua la nota di Gambino:  «Contemporaneamente invoco a gran voce una Conferenza dei Sindaci della Costa D’Amalfi che chieda ed ottenga dal “mediatico” De Luca non più promesse ma fatti e solide garanzie, finalizzate a porre il manager Nicola Cantone in grado di trasformare quanto programmato in realtà, a partire dalle necessarie rassicurazioni che il reparto di Cardiologia venga potenziato H24 e che i posti letto da 4 diventino realmente 20 come previsto nel Piano Aziendale».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi