Europa e Mondo Sport video

Super Bowl 2018, le parole di M.L.King riecheggiano dopo 50 anni

Fine settimana all’insegna del super bowl negli Stati Uniti. Un evento che ha richiamato milioni di telespattatori in ogni angolo del pianeta, almeno 100 solo statunitensi.

Per la cronaca la “Coppa Lombardi” è andata ai Philapedlhia Eagles, largamenti favoriti, che si sono così aggiudicati la 52° edizione vincendo 43-33 contro i New England Patriots. A tenere banco, è stato anche lo spot di FCA Fiat Chrysler Automotive. Uno spot geniale che ha saputo coniugare la forza del colosso italo-statunitense e della RAM alle parole di Martin Luther King.

Eravamo rimasti alla Fiat 500, ma per quest’anno Sergio Marchionne ha optato per il marchio Ram. Payoff utilizzato “built to serve”. Perfetto. Parole, quelle di Martin Luther King che invitano ad aiutare il prossimo dando tutto se stessi con il cuore colmo d’amore. Parole che hanno riecheggiato in tutti i televisori sintonizzati sulla NBC per seguire il Super Bowl in diretta dallo US Bank Stadium di Minneapolis, in Minnesota.

“Chiunque può essere grande perché chiunque può servire” (M.L.King)

“Il fulcro dello spot di 60 secondi è un discorso che Martin Luther King ha tenuto esattamente cinquant’anni fa, il 4 febbraio 1968 – spiega in una nota FCA – lo spot illustra alla perfezione questo valore. Il marchio Ram (gruppo FCA, ndr) crede nell’idea di King che “chiunque può essere grande perché chiunque può servire”, e i proprietari di un veicolo Ram dimostrano questa dedizione ogni giorno sostenendo le loro famiglie, gli amici e la comunità. Lo spot è costituito da 26 immagini potenti di persone che aiutano gli altri, mentre l’autorevole voce di King invita tutti noi a metterci al servizio del prossimo”.

Standing ovation? Per noi italiani certamente sì.

Non è la prima volta che un’azienda usa le parole ed il significato di grandi esempi di pace e amore. Ricordiamo fra tutti, Telecom Italia che, nel 2014, facendo riascoltare “Gandhi”, domandava “E se avesse potuto comunicare così?”. All’epoca, 14 anni or sono, la fibra era praticamente inesistente, il 5G un miraggio, l’iPhone questo sconosciuto.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi