Associazioni Attualità Europa Società video

#StopBullying Amnesty International in campo contro il bullismo

Ragazzi e ragazze trascorrono più tempo a scuola di quanto non facciano in qualsiasi altro luogo al di fuori delle loro case. Ed è proprio tra le mura scolastiche che spesso  assistono o sono vittime di forme non dichiarate o tollerate di violenza.  Tra queste la più comune in Europa è il bullismo. I dati a disposizione evidenziano un forte legame tra bullismo e la discriminazione basata sul sesso, la razza, l’orientamento sessuale o altre caratteristiche uniche per l’identità di una persona. Come in ogni altra lotta contro la discriminazione, i diritti umani forniscono la giusta prospettiva per affrontare il fenomeno. Per Amnesty International il bullismo è una violazione dei diritti umani. Toglie agli studenti il rispetto e la dignità e impedisce di poter godere di diritti fondamentali quali l’inclusione, la partecipazione e la non discriminazione. 

Il progetto

Quattro sezioni europee di Amnesty International, in Italia, Irlanda, Polonia e Portogallo si sono unite per combattere il bullismo e la discriminazione in 17 scuole europee. E’ nato così il progetto “Stop Bullying! A human rights based approach to tackling discrimination in schools”. 

Le scuole italiane contro il bullismo. Roma, Torino e Napoli insieme per dire #STOPBULLYING

Molte le iniziative svolte dalle scuole italiane durante il progetto. Attraverso un approccio olistico che ha visto il coinvolgimento di tutti, studenti, docenti e personale parascolastico dell’Istituto Marie Curie di Napoli, del Liceo Einstein di Torino e dell’Istituto di via di Saponara 150 di Roma, hanno lavorato insieme per prevenire e contrastare la discriminazione e il bullismo nella propria scuola, creando una vera e propria campagna e realizzando interventi pratici di miglioramento dell’ambiente scolastico.

Il progetto in Italia. Quest’anno evento conclusivo a Palermo.

A Palermo 34 studenti e 17 docenti provenienti da Italia, Irlanda, Portogallo e Polonia si sono ritrovati per la fase conclusiva del progetto #StopBullying, nato con l’obiettivo di combattere il bullismo e la discriminazione in 17 istituti europei. Durante il campo si sono uniti ai partecipanti anche alcuni studenti dell’Istituto “Don Bosco” Ranchibile, la struttura che ha ospitato le attività del campo. Alla fine della settimana, i partecipanti hanno preso parte a un flsh mob ideato e organizzato da loro per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del bullismo.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi